Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

La Russia avvia una campagna per eliminare i messenger statunitensi

Il Ministero dell’Industria e del Commercio della Federazione Russa ha inviato un appello ai capi delle imprese industriali con la richiesta di interrompere l’utilizzo di messaggistica istantanea e sistemi di videoconferenza stranieri per scopi ufficiali, scrive Kommersant riferendosi a una lettera del ministero.

Come si evince dalla lettera

Advertisements

“questa misura è necessaria per garantire la sicurezza delle informazioni che non sono un segreto di Stato”.

Per garantire la sicurezza informatica, il ministero propone di smettere di utilizzare i popolari sistemi di messaggistica istantanea e di videoconferenza come Zoom, Skype e WhatsApp su computer e smartphone. In alternativa, l’agenzia raccomanda i servizi sviluppati in Russia che sono inclusi nel registro del software domestico.

258 prodotti software di comunicazione sono registrati nel registro del software russo. Tra i messenger e i programmi di comunicazione video inclusi nel registro ci sono Yandex.Messenger e Yandex.Telebridge, Jazz (sviluppato da Sberbank), TrueConf, Kontur.Tolk, ICQ e TamTam, nonché VK messenger (rappresentato nel registro come parte delle soluzioni dell'”Ecosistema VK”).

Advertisements

Gli esperti ritengono che non ci saranno problemi tecnici con il passaggio alle soluzioni russe.

Nel frattempo, gli esperti chiamano Signal, Swiss Threema, American Wickr e Telegram i programmi di comunicazione più sicuri.