Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

La Russia sta per limitare l’utilizzo di molti servizi VPN popolari

I media hanno riferito che la Banca centrale della Federazione Russa ha inviato una lettera alle banche, in cui si afferma che “Roskomnadzor prevede di attuare una serie di misure per limitare l’uso dei servizi VPN”. 

Roskomnadzor è il servizio federale per la supervisione nella sfera della connessione e comunicazione di massa della Federazione Russa.

L’autenticità della lettera è stata confermata dal dirigente di una delle organizzazioni.

Il messaggio citato da Frank Media afferma che il regolatore si prepara a limitare l’accesso ai seguenti servizi VPN:

Advertisements
  • Proton VPN;
  • VPN Proxy Master;
  • Browsec VPN;
  • vpn-super unlimited proxy;
  • Melon VPN;
  • Windscribe VPN;
  • VPN RedCat secure unlimited.

Le banche sono invitate a informare l’RKN sull’uso di queste VPN entro l’11 luglio 2022 “al fine di escluderle dalle politiche di restrizione dell’accesso”.

Va notato che nel giugno 2022 Roskomnadzor ha già limitato l’accesso a una serie di servizi VNP, tra cui Proton VPN. 

Successivamente, per molti utenti, il servizio ha iniziato a non funzionare correttamente o ha smesso del tutto di funzionare. Inoltre, secondo Roskomsvoboda, da maggio di quest’anno, molti utenti hanno riscontrato problemi simili durante l’accesso a Windscribe VPN.

A giugno, il servizio stampa di Roskomnadzor ha riferito che, secondo la legge “On Communications”, “i mezzi per aggirare il blocco di contenuti illegali sono riconosciuti come una minaccia” e il Center for Monitoring and Control of the Public Communications Network (TsMU SSOP ) sta adottando misure per limitare il funzionamento dei servizi VPN che violano la legge russa.

Advertisements