La storia del primo Keylogger.

Aggiornamento: ott 19

Autore: 5ar0m4n

Data pubblicazione: 18/10/2021

Tutti conosciamo Bruce Schneier, celebre esperto di crittografia e di sicurezza informatica, membro del consiglio di amministrazione dell'International Association for Cryptological Research e famoso oratore, che disse la celebre frase alla conferenza RSA di qualche anno fa: "il modello di business di internet è la sorveglianza".



Ma il 12 Ottobre del 2015, Bruce Schneier, rivelò questa interessante storia che oggi vi vogliamo raccontare, ovvero la storia del primo keylogger.


Il primo keylogger della storia

Il primo keylogger della storia, apparve durante la Guerra Fredda, negli anni 70, quando gli ufficiali dell’intelligence sovietica spiavano i diplomatici americani sfruttando un bug presente all'interno delle macchine da scrivere IBM Selectric.



Gli impianti elettromeccanici erano a dir poco una meraviglia ingegneristica per quell'epoca. La serie di circuiti altamente miniaturizzata era inserita in una barra di metallo che correva per tutta la lunghezza della macchina da scrivere, rendendoli invisibili ad occhio nudo.


L'impianto, che poteva essere visto solo utilizzando apparecchiature a raggi X, registrava la posizione precisa della pallina che le macchine da scrivere Selectric usavano per imprimere un carattere sulla carta.


Il bug sfruttato nelle IBM Selectric

Il principio dell'exploit sfruttato, riguardava il funzionamento della testina di scrittura delle macchine da scrivere della IBM.