NSA Avanti a tutti, anche dopo tre lunghi anni.

Vi ricordate il Gruppo hacker “The Shadow #Brokers” che nel 2017, precisamente il 14 aprile 2017, rubò dalla NSA (National Security Agency degli Stati Uniti D’America) dei potentissimi #exploit tra i quali #eternalblue?


Questa raccolta di file chiamata “Lost in Translation” e senza dubbio tutti la conosciamo per la presenza dell’exploit eternalblue, utilizzato per le epidemie di ransomware quali #WannaCry e #NotPetya, ma non era l’unico elemento dirompente.


Infatti, all’interno della raccolta https://github.com/misterch0c/shadowbroker/ era presente un file chiamato “sigs.py”, ritenuto da molti un “tesoro dello spionaggio”, che era uno #scanner per rilevare all’interno di un #target l presenza di precedenti infezioni #APT che conteneva 44 firme delle quali 15 ancora ignote, tre anni dopo dalla sua rivelazione.


Questo sta a dimostrare quanto la NSA risulti avanti oggi e quanto lo fosse all’epoca nella rilevazione e il contrasto delle #minacce.


#redhotcyber #cybersecurity #technology #intelligence #nsa


https://www.zdnet.com/article/security-researcher-identifies-new-apt-group-mentioned-in-2017-shadow-brokers-leak/

3 visualizzazioni

Iscriviti al canale Youtube

unnamed.png

Red Hot Cyber: conosci il rischio per starne lontano

Per richieste di supporto scrivi a: redhotcyber@hotmail.com

  • YouTube Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Tumblr Icona sociale
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now