Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Osservare il conflitto tra Russia e Ucraina fornisce agli USA un nuovo punto di vista sull’uso dei Droni

Osservare una guerra in terza persona è sempre stato utile. E tra i tanti guadagni che sta fornendo il conflitto Russia Ucraina agli Stati Uniti D’America, c’è anche una dose importante di intelligence collegata alle nuove capacità di utilizzo dei droni da parte di entrambi gli schieramenti e soprattutto del più grandi nemico di sempre: la Russia.

L’uso massiccio da parte della Russia di un’ampia varietà di droni contro l’Ucraina ha portato l’esercito americano a ripensare al suo piano anti-drone, hanno affermato i funzionari del servizio. 

Gran parte del pensiero attuale dell’esercito si basa sull’esperienza in Iraq e Afghanistan, ha affermato il Magg. Gen. Sean A. Gainey, che gestisce l’Ufficio congiunto C-UAS. 

In quelle guerre, gli Stati Uniti potevano schierare droni armati di grandi dimensioni praticamente ovunque mentre avversari come l’ISIS stavano appena iniziando a utilizzare piccoli droni per sganciare piccole munizioni. Quindi gli Stati Uniti hanno sviluppato e pubblicato un piano per affrontare i piccoli UAS nel gennaio 2021.

Advertisements

“Quello che stiamo vedendo in Ucraina”, ha detto Gainey, è che “quando ridimensioni questa capacità da un piccolo quadrirotore fino a droni più grandi in grado di sfruttare intelligence, sorveglianza e ricognizione. questo mostra davvero l’importanza di avere capacità di difesa contro i droni su larga scala, non solo in un sito fisso”. 

L’esercito sta cercando quindi di equipaggiare almeno due divisioni con nuove armi antidroni entro il 30 settembre, ha detto martedì in un evento AUSA.

Il Dipartimento della Difesa prevede di spendere 668 milioni di dollari per la ricerca su nuove tecnologie antidroni e 78 milioni di dollari per l’approvvigionamento di nuove tecnologie per il prossimo anno fiscale (che inizia a settembre e termina a ottobre 2023).

Tali capacità possono assumere una varietà di forme; i militari stanno già lavorando con droni cacciatori e pistole laser e microonde. E stanno cercando di sperimentare più soluzioni il prossimo mese in una nuova dimostrazione tecnologica, ha affermato Gainey. 

Advertisements

Ma le nuove capacità sperimentali dovrebbero funzionare con il software di comando e controllo della difesa aerea dell’area avanzata dell’esercito, o FAAD C2, per coordinare meglio il rilevamento e la consegna, ha affermato. 

La Russia ha fatto dei droni grandi e piccoli una caratteristica fondamentale della sua campagna contro le forze ucraine, ma la guerra ha anche mostrato come i droni, nelle mani di una forza poco addestrata o scarsamente motivata, possano anche essere un ostacolo. 

Ad esempio, gli UAV russi abbattuti hanno prodotto guadagni in termini di intelligence per l’Ucraina, come quando gli ucraini sono stati in grado di raccogliere informazioni su una base russa dai filmati lasciati sulla scheda di memoria di un drone catturato.

Advertisements