Polyanin e Vasinskyi sono i criminali informatici di REvil/Sodinokibi.


WASHINGTON, 9 novembre. /TASS/. Il Federal Bureau of Investigation (FBI) degli Stati Uniti ha inserito nella lista dei ricercati il ​​cittadino russo Yevgeniy Polyanin con l'accusa di crimini informatici, secondo una dichiarazione sul sito web dell'FBI.



"Si ritiene che Polyanin si trovi in ​​Russia, forse a Barnaul, ed è uno dei tanti affiliati ransomware Sodinokibi/REvil"

si legge nella dichiarazione.

Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha annunciato in precedenza che gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni contro il cittadino russo Yevgeniy Polyanin e il cittadino ucraino Yaroslav Vasinskyi con l'accusa di coinvolgimento in crimini informatici contro società americane e manipolazioni illegali con criptovalute.



Secondo il dipartimento, Polyanin e Vasinskyi facevano parte del gruppo di black hacker, REvil, noto anche come Sodinokibi.

La dichiarazione dell'FBI recita che

"... Polyanin è ricercato per il suo presunto coinvolgimento in attacchi ransomware e attività di riciclaggio di denaro. Le note di riscatto includevano indirizzi web che le vittime potevano visitare per far decrittare i loro file. Dopo aver visitato questi indirizzi web, alle vittime è stato richiesto l'importo del riscatto fornendo un indirizzo di valuta virtuale da utilizzare per pagare il riscatto"

secondo la dichiarazione.