Red Hot Cyber

La cybersecurity è condivisione.
Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed 
incentiva gli altri a fare meglio di te.

Cerca
Crowdstrike

Rivendicato un attacco informatico all’italiana XPRES all’interno di un forum underground

Chiara Nardini : 24 Ottobre 2023 16:12

Nella giornata di ieri, abbiamo riportato che 93 database di altrettanto 93 siti internet italiani erano stati messi in vendita nelle underground. Dalle nostre analisi, si tratta di 93 PMI che sono state colpite da un incidente di sicurezza informatica probabilmente causato dalla stessa medesima vulnerabilità.

Oggi all’interno dello stesso forum, lo stesso Threat Actors riporta un attacco informatico all’azienda italiana XPRES. Ancora non sappiamo con precisione se tale rivendicazione sia confermata dall’azienda, in quanto al momento non è presente alcun comunicato stampa sul sito internet dell’azienda.

Il threat actors all’interno del Post riporta anche una serie di samples per attestare l’avvenuta violazione dei sistemi informatici dell’azienda. All’interno di un samples è presente lo schema di un database Microsoft SQL Server 2019 ospitato all’interno di un server Windows IIS 10.

All’interno del samples scaricabile pubblicamente all’interno del clear-web, è possibile visualizzare alcune tabelle con il prefisso Xpres.

Mentre il secondo samples riporta la lista delle directoru, probabilmente afferenti al server windows, al quale ha acceduto il Thrat Actors. Sembrerebbe si tratti del medesimo server SQL in quanto al suo interno sono presenti file come “RicostruzioneIndici” e “Esportazioni SQL”.

Il threat actors riporta anche ulteriori print screen, dove alcune mostrano la correlazione con il post di ieri relativo ai 93 database messi in vendita.

Come nostra consuetudine, lasciamo sempre spazio ad una dichiarazione dell’azienda qualora voglia darci degli aggiornamenti su questa vicenda che saremo lieti di pubblicarla con uno specifico articolo dando risalto alla questione.

RHC monitorerà l’evoluzione della vicenda in modo da pubblicare ulteriori news sul blog, qualora ci fossero novità sostanziali. Qualora ci siano persone informate sui fatti che volessero fornire informazioni in modo anonimo possono accedere utilizzare la mail crittografata del whistleblower.

Chiara Nardini
Esperta di Cyber Threat intelligence e di cybersecurity awareness, blogger per passione e ricercatrice di sicurezza informatica. Crede che si possa combattere il cybercrime solo conoscendo le minacce informatiche attraverso una costante attività di "lesson learned" e di divulgazione. Analista di punta per quello che concerne gli incidenti di sicurezza informatica del comparto Italia.