Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Snowden avverte di non utilizzare i servizi di ExpressVPN.

L’ex informatore della NSA Edward Snowden, che aveva messo in guardia le persone a luglio di quest’anno contro le agenzie governative che utilizzano spyware di livello militare per tenerle sotto controllo, ora le ha esortate a non utilizzare i servizi di ExpressVPN.


“Se sei un cliente ExpressVPN, non dovresti esserlo”

ha twittato.

Snowden ha anche condiviso un tweet di Joseph Menn, un giornalista di sicurezza informatica, che parlava del Chief Information Officer (CIO) di ExpressVPN come uno dei tre precedenti agenti dell’intelligence statunitense coinvolti in violazioni negli Emirati Arabi Uniti.

ExpressVPN non ha risposto a Snowden, ma ha dichiarato di conoscere “i fatti chiave” relativi alla storia lavorativa del loro CIO Daniel Gericke.

Advertisements

“In effetti, è stata la sua storia e la sua esperienza a renderlo un prezioso ingaggiato per la nostra missione di proteggere la privacy e la sicurezza degli utenti”

ha affermato la società.

Una rete privata virtuale (VPN) imita una rete privata all’interno di una pubblica. Fornisce agli utenti la privacy online mascherando il loro indirizzo di protocollo Internet (IP) in modo che le loro azioni online siano praticamente irrintracciabili. Protegge anche dalle intercettazioni durante l’invio di e-mail, lo shopping online o il pagamento delle bollette.

Il dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha rivelato in atti giudiziari che Gericke di ExpressVPN e altri due hanno lavorato al Progetto Raven, un’operazione di sorveglianza per il governo degli Emirati Arabi Uniti che ha coinvolto l’hacking di persone di alto profilo e capi di stato. ExpressVPN è uno dei maggiori fornitori al mondo di servizi VPN.