Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Sudafrica: un ransomware colpisce il dipartimento di giustizia.

Questo nuovo attacco ransomware, arriva pochi mesi dopo che l’operatore portuale statale Transnet è stato paralizzato da un attacco informatico che ha violato il suo sistema IT, portando quasi a un punto morto le esportazioni e le importazioni.

Con più persone che lavorano da casa e fanno affidamento su connessioni Internet spesso non sicure, le incursioni informatiche sono diventate più frequenti in tutto il mondo.

In una dichiarazione di giovedì, il Dipartimento di Giustizia (DOJ) ha affermato che i suoi sistemi sono stati violati lunedì sera. Ciò ha consentito ai cybercriminali di:

“crittografare tutti i sistemi informativi e renderli non disponibili sia per i dipendenti interni che per il pubblico”.

“Tutti i servizi elettronici forniti dal DOJ sono interessati, incluso l’emissione di lettere di autorità, servizi di cauzione, e-mail e sito web dipartimentale”, ha affermato il dipartimento.

Advertisements

Il dipartimento ha affermato che le sue varie unità hanno fatto ricorso a sistemi manuali e che le udienze continueranno in tutto il paese. Nella dichiarazione, il DOJ fa riferimento alle e-mail di phishing e al “download drive-by” come possibili origini dell’attacco informatico. Il DOJ non ha indicato se fosse stato chiesto un riscatto.

Il colpo al DOJ segue un attacco informatico all’Agenzia Spaziale Nazionale SA, Sansa, che ha visto più di 14 giga di dati rubati da un gruppo chiamato CoomingProject, che ha pubblicato alcuni dei dati sottratti online.

Un esperto di sicurezza informatica ha detto che i file prelevati dal gruppo dal server di Sansa non sembravano contenere informazioni sensibili.

Brett Callow, un analista di minacce presso la società del software antivirus Emsisoft, ha affermato che CoomingProject sembra essere una nuova cyber-gang nell’arena dei ransomware.

Advertisements

“Il sito web è apparso circa una settimana fa, anche se non sappiamo nulla dei suoi operatori. Ad oggi, hanno rilasciato dati che sarebbero stati violati da 14 società in paesi tra cui Francia, Canada, Stati Uniti e, naturalmente, Sud Africa”

ha detto Callow a Business Maverick .

Sansa esegue ricerche spaziali e assiste nella costruzione di veicoli spaziali. Gestisce anche l’unica struttura di allerta meteo regionale in Africa e una “struttura magneticamente pulita” a Hermanus. L’agenzia non ha risposto ad una richiesta di commento.