Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Tre bug di sicurezza sono stati risolti su LibreOffice

Gli sviluppatori di LibreOffice hanno rilasciato aggiornamenti che risolvono tre vulnerabilità in LibreOffice. Uno di questi bug può essere utilizzato per eseguire codice arbitrario sui sistemi interessati.

Il problema più grave, CVE-2022-26305, è correlato alla convalida errata del certificato durante il controllo se una macro è firmata da un autore attendibile. 

Di conseguenza, ciò porta all’esecuzione di codice dannoso nascosto nelle macro.

“Un utente malintenzionato potrebbe creare un certificato arbitrario con un numero seriale e una stringa dell’emittente identici a un certificato attendibile che LibreOffice ritiene provenga da un autore attendibile. Ciò può portare l’utente a eseguire codice arbitrario contenuto nelle macro”

Advertisements

avvertono gli sviluppatori.

E’ stato anche corretto l’uso di un vettore di inizializzazione statico durante la crittografia (CVE-2022-26306), che poteva indebolire la sicurezza se un utente malintenzionato qualora ottenesse l’accesso alle informazioni di configurazione dell’utente.

Infine, gli ultimi aggiornamenti risolvono un’altra vulnerabilità, la CVE-2022-26307, relativa alla crittografia della chiave master debole. Per questo motivo, le password archiviate erano vulnerabili agli attacchi di forza bruta.

Tutte e tre le vulnerabilità sono state segnalate da OpenSource Security GmbH, che agisce per conto dell’Ufficio federale tedesco per la sicurezza delle informazioni. I problemi sono stati risolti nelle versioni di LibreOffice 7.2.7, 7.3.2 e 7.3.3.

Advertisements