Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Un hacker ruba 1 milioni di dollari, ma poi si dimentica di prelevarli.

Gli hacker responsabili del recente hack del progetto DeFi Zeed sembrano essersi dimenticati di raccogliere i fondi rubati dopo l’attacco.

L’evento sembra così paradossale per essere vero. Lo spazio DeFi non è nuovo agli hack e agli exploit. L’ecosistema ha subito alcuni dei più grandi hack fino ad oggi avvenuti nello spazio crittografico.

Advertisements

Nello specifico, il protocollo DeFi Zeed è stato attaccato dai criminali informatici che sono riusciti a rubare fondi sfruttando una vulnerabilità nel codice.

L’hacking ha fatto scendere a zero il prezzo della criptovaluta YEED e l’hacker ha realizzato un profitto pari a 1 milione di dollari.

Advertisements
Il valore sceso a zero della criptovaluta

Purtroppo, l’hacker, una volta eliminato il contratto utilizzato nell’exploit non ha spostato i soldi. Ciò significa chiaramente che l’hacker non può spostare i token dal contratto e quindi la criptovaluta rubata è scomparsa per sempre e in maniera irreversibile.

L’azienda di sicurezza BlockSec ha detto che “probabilmente era troppo eccitato”. 

Ma ancora non c’è stata chiarezza sul motivo che ha impedito all’hacker di spostare i fondi. 

Invece, rimarrà un mistero irrisolto il fatto che un hacker così abile da hackerare un protocollo di criptovaluta, è stato così tanto stupido da non prendere i fondi.

Advertisements

Gli hack del protocollo DeFi sono tutt’altro che un nuovo fenomeno nel mondo crittografico.

In precedenza, il protocollo di Beanstalk, una stablecoin orientata al prestito basata su Ethereum, era stato violato.

Il protocollo ha perso circa 182 milioni di dollari in varie risorse crittografiche.