Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Visa e Mastercard bloccano le banche russe dalla loro rete dopo le sanzioni

Visa e Mastercard bloccano le banche russe dalla loro rete dopo le sanzioni

Le società di carte di pagamento statunitensi Visa Inc (VN) e Mastercard Inc hanno bloccato diverse istituzioni finanziarie russe dalla loro rete, in ottemperanza alle sanzioni governative imposte per l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca.

Visa ha dichiarato lunedì che stava prendendo provvedimenti tempestivi per garantire il rispetto delle sanzioni applicabili, aggiungendo che donerà 2 milioni di dollari per gli aiuti umanitari. Mastercard ha anche promesso di contribuire con ulteriori 2 milioni di dollari.

“Continueremo a lavorare con le autorità di regolamentazione nei giorni a venire per rispettare pienamente i nostri obblighi di conformità man mano che si evolvono”
ha affermato Mastercard in una dichiarazione separata alla fine di lunedì.

Advertisements

Nel 2021, circa il 4% dei ricavi netti di Mastercard è stato derivato da attività svolte all’interno, dentro e fuori la Russia. Nel frattempo, le attività svolte all’interno, dentro e fuori l’Ucraina hanno rappresentato il 2% dei suoi ricavi netti.

Le sanzioni del governo richiedono a Visa di sospendere l’accesso alla sua rete per le entità elencate come Specially Designated Nationals, ha detto a Reuters una fonte che ha familiarità con la questione. Gli Stati Uniti hanno aggiunto all’elenco varie società finanziarie russe, tra cui la banca centrale del paese e la banca VTB (VTBR.MM) .

Sabato, Stati Uniti, Gran Bretagna, Europa e Canada hanno annunciato nuove sanzioni alla Russia, incluso il blocco di alcune banche al sistema di pagamento internazionale SWIFT.

I russi si sono precipitati agli sportelli bancomat e hanno fatto lunghe code domenica e lunedì tra i timori che le carte bancarie potessero cessare di funzionare o che le banche avrebbero limitato i prelievi di contanti.

Advertisements

Nel mentre molte banche occidentali, compagnie aeree e altro hanno interrotto i rapporti con la Russia, definendo inaccettabili le azioni del paese. Le nazioni europee e il Canada hanno chiuso il loro spazio aereo agli aerei russi.