Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

22 anni di reclusione e 1 milione di dollari di multa per il truffatore 29enne di Middletown

Le frodi informatiche non pagano e come spesso diciamo su RHC, i pochi che vengono arrestati alla fine la pagano per tutti gli altri che l’hanno fatta franca.

Il 29enne Andrew Suarez di Middletown è stato coinvolto in un furto di dati e ha aiutato il gruppo Black Axe a riciclare denaro guadagnato in modo disonesto, di cui è stato accusato da un tribunale federale degli Stati Uniti. 

Suarez ha aperto conti bancari per nascondere i fondi ottenuti attraverso vari schemi fraudolenti e hack di posta elettronica aziendale. 

Tra agosto e dicembre 2017, l’attaccante ha trasferito tutti i soldi sporchi su conti negli Stati Uniti e in Sud Africa.

Per evitare di essere scoperto, Suarez ha modificato le informazioni su alcuni dei suoi conti bancari e ha inserito i nomi e gli indirizzi delle vittime. 

Se condannato, l’autore rischia fino a 20 anni di carcere per ciascuno dei due capi di imputazione per riciclaggio di denaro e altri due anni per furto di identità. Inoltre, dovrà pagare una multa di 1.000.000 di dollari.

Suarez è stato arrestato dall’FBI, che ha agito in collaborazione con l’unità dei servizi segreti statunitensi a Newark e l’ufficio del procuratore della contea di Monmouth.