Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Amazon e Microsoft vogliono i dipendenti di Tesla s SpaceX

Dopo le dichiarazioni di Elon Musk sul divieto del lavoro a distanza, nonché la prevista riduzione del personale dell’azienda del 10%, i reclutatori di diverse società high-tech si sono rivolti ai dipendenti Tesla con un’offerta di lavoro.

Zafar Chowdhury, capo della tecnologia di Amazon Web Services, ha esortato gli ingegneri Tesla scontenti a unirsi al gigante della tecnologia.

“Se l’imperatore di Marte non ha bisogno di te, saremo lieti di averti in nostra compagnia. Se non ti piace la micro gestione di Elon Musk, vieni da AWS. Qui puoi trovare un posto in cui sei rispettato, il tuo tempo e le tue qualità professionali saranno apprezzati”

ha scritto un rappresentante di Amazon. Il post è stato successivamente rimosso.

Poi oltre ad Amazon, si sono fatti sotto anche altri reclutatori come Insight, un fornitore di soluzioni IT e Bestow, una compagnia di assicurazioni, che ha lanciato un appello ai dipendenti di Tesla.

Advertisements

La reclutatrice di tecnologia Microsoft Tiana Watts-Porter si è anche offerta di aiutare i dipendenti Tesla a trovare lavoro con l’azienda. 

Watts-Porter ha osservato che in Microsoft, LinkedIn e GitHub, i dipendenti avranno più libertà. 

I dipendenti potranno lavorare come vogliono. Successivamente, anche un portavoce di Microsoft ha cancellato il post.

Tutto questo avviene dopo un post di Elon Musk che scriveva ai dirigenti di rimanere più ore in ufficio rispetto a quanto al momento stiano facendo.

Advertisements