Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Anonymous mostra ai russi i massacri in Ucraina e trasmette nelle radio militari facce di troll

All’inizio di questa settimana, il gruppo di hacktivisti Anonymous ha riferito che questa è la più grande operazione del collettivo mai vista prima, sollevando preoccupazioni per essere visto come una minaccia da alcuni governi, affermando che tutti vogliono solo la pace.

Anonymous ha affermato recentemente di essersi infiltrato con successo nella TV di stato russa per mostrare ai cittadini la vera devastazione dell’invasione dell’Ucraina da parte di Putin.

Il gruppo ha condiviso il filmato su Twitter che mostra una TV in streaming riportare la devastazione in Ucraina quando la guerra è entrata nel suo 12° giorno.

La camera del parlamento russo ha recentemente approvato una nuova legge sulle “fake news” che minaccia chi pubblica quelle che il governo definisce false informazioni sulla guerra.

Advertisements

Le persone giudicate colpevoli rischiano una multa di circa14.000 dollari di multa o una pena detentiva fino a 15 anni, secondo The Independent.

Il filmato è stato condiviso sui canali pro-Cremlino e ha mostrato le conseguenze di attacchi missilistici che hanno già causato molte vittime tra i civili innocenti.

Alla fine del video, un messaggio scritto dice che la guerra era stata condotta dal regime autoritario di Putin e non da cittadini comuni.

Questo presunto hack aveva lo scopo di mantenere il popolo russo consapevole di ciò che sta realmente accadendo nella comunità globale poiché il governo ha intensificato la censura e bloccato l’accesso alle testate giornalistiche straniere e a Facebook .

Advertisements

Inizialmente, il video è stato mostrato su Russia 24, Mosca 24, Channel One, Wink e Ivi.

Tuttavia, secondo l’account Twitter di Anonymous, tutti i canali televisivi di stato russi sono stati violati.

Video mostrato sul profilo twitter @YourAnonTV

Secondo quanto riferito, anche le onde radio russe sono state violate dal gruppo per riprodurre l’audio dell’inno nazionale ucraino.

Anonymous ha anche riferito sul loro profilo Twitter che gli attivisti stavano trasmettendo facce di troll alla radio militare russa.

Advertisements
Le facce dei Troll mostrate da Anonymous nelle radio militari

Quando è iniziata l’invasione dell’Ucraina, gli hacker hanno affermato di essere coinvolti in una guerra informatica contro il governo russo e il 26 febbraio hanno rimosso il sito Web ufficiale del Cremlino.