BMW: 400.000 utenti del Regno Unito esposti nelle darknet.

#KELA, una società di #intelligence delle #darknet, ha scoperto che un gruppo di hacker chiamato #KelvinSecurity, ha compromesso le informazioni personali di 384.319 clienti #BMW nel Regno Unito e le ha messe in vendita su vari #forum darknet, ha riferito #SC Magazine .


Il gruppo di hacker ha affermato di aver ottenuto il #database BMW da un #callcenter che gestisce le #informazioni dei clienti su vari marchi automobilistici.


Il database rubato contiene oltre 500.000 #record di proprietari di auto immatricolate tra il 2016 e il 2018, ovvero i proprietari britannici di auto quali Honda, Mercedes, SEAT e Hyundai del Regno Unito.


Le informazioni dei proprietari BMW esposte includevano informazioni sensibili come #cognomi, ID #email, numeri di immatricolazione dei veicoli, indirizzo di residenza, nomi dei concessionari, informazioni di

#immatricolazione delle auto e nomi dei concessionari.


KELA ha anche scoperto più database esposti da KelvinSecurity, inclusi i dati relativi agli appaltatori del governo degli Stati Uniti e allo sviluppo delle armi militari russe.


Il gruppo di #hacker ha inoltre esposto gratuitamente oltre 28 database su vari forum #darknet , che interessano organizzazioni in Iran, Australia, Messico, Stati Uniti, Svezia, Indonesia e Francia.


#redhotcyber #cybersecurity


https://cisomag.eccouncil.org/bmw-data-breach/amp/

35 visualizzazioni

Iscriviti al canale Youtube

unnamed.png

Red Hot Cyber: conosci il rischio per starne lontano

Per richieste di supporto scrivi a: redhotcyber@hotmail.com

  • YouTube Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Tumblr Icona sociale
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now