Edward Snowden chiede il divieto del commercio degli spyware.


Edward Snowden, l'uomo che portò all'attenzione del mondo la "sorveglianza di massa" attraverso il DataGate, nel 2013, dopo le notizie relative allo spyware Pegasus ha subito riportato:

"I governi devono imporre una moratoria globale sul commercio internazionale di software di spionaggio, o nessun telefono cellulare sarà al sicuro dagli hacker sponsorizzati dallo stato"

Così, ha commentato la recente inchiesta giornalistica sull'uso dello spyware Pegasus e le attività del suo sviluppatore, la società israeliana NSO Group.



Il software Pegasus raccoglie dati dai telefoni cellulari infetti, incluso il contenuto di e-mail, messaggi di testo, elenco contatti, dati sulla posizione, foto, video e può anche attivare il microfono e la fotocamera del dispositivo per la registrazione nascosta, come abbiamo visto ieri nell'articolo su Pegasus.


Il programma sfrutta le vulnerabilità zero-day in iOS e Android per l'installazione nascosta su smartphone e il recupero di informazioni da remoto. Ad esempio, su iOS 14.6 Pegasus può essere installato da remoto tramite iMessage senza cliccare su un determinato link (attacco zero-click).



Nell'ambito dell'indagine, gli esperti dell'ONG francese Forbidden Stories e dell'organizzazione per i diritti umani Amnesty International hanno analizzato un elenco di 50.000 numeri di telefono che si ritiene appartengano a persone di interesse per i clienti del Gruppo NSO e hanno scoperto dozzine di infezioni da spyware Pegasus di successo.


Lo stesso gruppo NSO afferma di tenere conto delle considerazioni etiche e di vendere il proprio software solo a clienti verificati.


Inoltre, l'azienda è soggetta alle normative sul controllo delle esportazioni di Israele, Cipro e Bulgaria. Il produttore ha anche sottolineato di non avere informazioni su come i suoi clienti utilizzino Pegasus.



Snowden ha affermato che la nuova indagine illustra come il malware commerciale consente a regimi oppressivi di spiare un gran numero di persone.

"Se possono fare la stessa cosa a distanza con pochi costi e senza rischi, inizieranno a farlo sempre con tutti coloro che sono di qualche interesse"

ha detto Snowden aggiungendo:

"Se non si fa nulla per fermare la vendita di questa tecnologia, il numero risulterà non 50mila, ma 50 milioni di obiettivi, e questo accadrà molto prima di quanto ci aspettiamo".


Il business dei sistemi spyware è arrivato all'attenzione dei media, ma sono anni che su Red Hot Cyber ne parliamo, Ci sono molte aziende che lavorano su questo redditizio business, e come per il ransonmware, lavorare nell'ombra è la cosa migliore.



Post recenti

Mostra tutti