Ho letto su internet che…

Aggiornamento: set 27

Autore: Roberto Villani

Data Pubblicazione: 24/09/2021

Quante volte sentiamo questa frase dai nostri amici, in famiglia, sul posto di lavoro?


In ogni dialogo che intercorre, dove si parli dei massimi sistemi astronomici, o delle acciughe del Cantabrico, piuttosto che di auto, o il sempre presente mondo cyber tecnologico, troverete sempre qualcuno che dirà che lo ha letto su internet.



Internet ha rivoluzionato la nostra vita, e lo sta facendo sempre di più, ci rivolgiamo ad internet per ogni cosa, i nostri device sono perennemente connessi ad internet, ogni app che abbiamo sul nostro smartphone va su internet, il televisore di casa è connesso ad internet, i nostri piccoli elettrodomestici - made in Cina quasi tutti - sono connessi ad internet e li attiviamo dal nostro cellulare via Wi-Fi, insomma internet è la nostra bolla personale dove custodiamo il nostro vivere quotidiano. Ma ciò che leggete su internet, è vero?


Vi siete mai posti la domanda da dove vengono le informazioni che trovate sul web?

Avete mai fatto una semplice ricerca per vedere chi sia lo sviluppatore della vostra app preferita che magari avete scaricato utilizzando la vostra rete domestica?

Vi siete mai chiesti perché certe notizie rimbalzano facilmente sui social, semplicemente con un hashtag posto davanti la prima lettera?



Probabilmente non ci avete mai fatto caso, o peggio non siete così attenti ed interessati a queste verifiche, troppo impegno richiesto, poi magari non è neanche un compito che spetta a voi, oppure siete talmente fiduciosi che il mondo di internet intorno a voi vi voglia bene, che non affinate queste ricerche. Ebbene se non analizzate la vostra bolla internet, questa come un virus vi penetrerà dentro e riuscirà a modificare le vostre abitudini, le vostre scelte, le vostre decisioni ed anche la vostra famiglia.