Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

I figli di LockBit: Bl00Dy è stato visto attaccare vittime utilizzando il Builder trapelato online

Lunedì, lo specialista della sicurezza delle informazioni Vladislav Radetsky ha pubblicato un rapporto su un nuovo ransomware utilizzato dal gruppo Bl00Dy per attaccare una vittima ucraina.

È vero, allo specialista non era chiaro da chi gli aggressori avessero preso il codice – Conti o LockBit, poiché l’indirizzo e-mail ‘filedecryptionsupport@msgsafe.io‘ era apparso in precedenza in un ransomware creato sulla base del codice sorgente di Conti trapelato in rete.

Tuttavia, i ricercatori di MalwareHunterTeam hanno successivamente confermato che il malware è stato creato utilizzando il builder di LockBit 3.0, che è stato recentemente divulgato su Internet da uno sviluppatore che ha avuto un contenzioso con i membri della gang.

Tuttavia, c’è una differenza tra il vecchio ransomware Bl00dy e l’ultimo malware rilevato: l’estensione .bl00dy non viene più aggiunta ai file crittografati; il costruttore LockBit 3.0 non ha la possibilità di configurare l’estensione. 

Advertisements

Ma la nota non è cambiata molto: il classico “stile” di LockBit è stato preservato, Bl00dy lo ha appena cambiato un po’, aggiungendo il proprio testo e le informazioni di contatto.

Una nota dalla fazione Bl00dy.

Secondo gli esperti, il raggruppamento passa continuamente da un malware all’altro per due motivi: così possono evitare il rilevamento e hanno a portata di mano tutti i vantaggi delle funzioni dei vari malware.