Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Il malware LodaRAT è tornato: nuove funzionalità lo rendono ancora più pericoloso

Secondo l’ultimo rapporto di Cisco, il malware LodaRAT è tornato e continua a diffondersi insieme ad altri malware avanzati come RedLine Stealer e Neshta. 

Secondo gli esperti, LodaRAT è uno strumento estremamente interessante per gli aggressori, in quanto risulta molto facile per i criminali informatici apportare aggiornamenti.

Advertisements

Gli esperti attribuiscono lo sviluppo del Trojan al gruppo Kasablanca. È noto che gli aggressori hanno sviluppato la versione LodaRAT per Android a febbraio 2021 e nel settembre 2022 hanno adottato una nuova strategia per distribuire il loro malware utilizzando l’infostealer Prynt Stealer.

Una recente ricerca di Cisco Talos ha dimostrato che LodaRAT sta guadagnando popolarità con funzionalità aggiornate che gli consentono di infettare qualsiasi dispositivo di archiviazione rimovibile connesso e rilevare tutti gli antivirus in esecuzione. 

Advertisements

Tuttavia, la ricerca di soluzioni antivirus è implementata in modo inefficiente: il malware ha un elenco di 30 processi che sta cercando. Per questo motivo, LodaRAT non è in grado di rilevare un antivirus non presente nell’elenco.

Un’analisi di alcuni artefatti malware ha mostrato che gli sviluppatori hanno ripulito il Trojan dal codice non funzionante e hanno iniziato a offuscare le stringhe in modo più efficace.

Tuttavia, gli esperti non riescono ancora a capire perché LodaRAT vada in combinazione con Neshta e RedLine Stealer. Alcuni esperti ritengono che gli aggressori utilizzino questa strategia per ottenere un set di strumenti più flessibile.