Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

KillNet attacca il sito del Parlamento europeo e dichiara: “sponsor dell’omosessualità”

Come abbiamo riportato qualche ora fa, un attacco di distributed denial of service (ddos) si è imbattutto sul sito del Parlamento Europeo, effettuato dagli hacktivisti, di matrice russa Killnet.

Gli hacker russi del gruppo KillNet hanno reagito all’adozione da parte del Parlamento europeo di una risoluzione che dichiara la Russia “Stato sponsor del terrorismo” e “Stato che usa mezzi del terrorismo” (come dichiarato da Killnet) e hanno attaccato il sito web ufficiale dell’organismo.

Advertisements
Immagine che contiene testo

Descrizione generata automaticamente
Print screen che riporta l’impossibilità di raggiungere il sito del parlamento europeo

Killnet attacca il parlamento Europeo

Inoltre, all’interno del canale telegram WE ARE KILLNET che ad oggi è seguito da oltre 91.000 follower, il gruppo di hacktivisti ha riportato quanto segue:

ANONIMO RUSSO | KILLNET

Riconosce ufficialmente il Parlamento Europeo come sponsor dell'omosessualità!

Strap-on bombardamento della parte server del sito ufficiale del Parlamento europeo!
https://www.europarl.europa.eu/
https://check-host.net/check-report/db5a44ek39b
Post sul canale Telegram di Killnet

Che con una raffica di richieste anomale ha inondato il sito del Parlamento europeo che alle 17:23, ora di Mosca, risultava non disponibile.

Di seguito un post presente sul canale Telegram di Killnet che riporta quanto segue:

Advertisements
Il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione che riconosce la Russia come "Stato sponsor del terrorismo" e "Stato che usa mezzi del terrorismo"

La risoluzione è stata votata oggi a Strasburgo nell'ambito della sessione plenaria del Parlamento europeo, chiedendo un completo isolamento internazionale della Federazione russa.

575 eurodeputati hanno votato a favore, 8 contrari, 24 si sono astenuti.
Immagine che contiene testo

Descrizione generata automaticamente

Tra Gran Bretagna, propaganda ed hacktivismo

Prima di questo attacco, KillNet ha dichiarato guerra alla Gran Bretagna per la fornitura di missili Brimstone-2 ad alta precisione all’Ucraina. Il deputato della Duma di Stato del partito Dmitry Gusev ha proposto di assegnare gradi militari agli hacker russi.

Ovviamente i meme non sono mancati anche questa volta.

Come sappiamo l’hacktivismo è propaganda, quindi Killnet pubblica come ultimo messaggio un video che riporta il presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola dicendo:

La Presidente del Parlamento Europeo, Roberta Metsola, festeggia la fine dell'attacco DDOS di 5 ore. Sullo sfondo del presidente, il dipartimento per la sicurezza delle reti del Parlamento europeo sta ballando!