Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

La Cina vuole eliminare la dipendenza da Windows con Linux Kylin

Gli sforzi della Cina per porre fine alla dipendenza da Microsoft Windows sono aumentati con il lancio del progetto openKylin. 

L’iniziativa accelererà lo sviluppo di una distribuzione domestica di Kylin Linux aprendo il progetto a un’ampia comunità di sviluppatori, college e università per contribuire con il codice.

Lanciato nel 2001, Kylin era basato sul kernel FreeBSD ed era destinato all’uso in istituzioni governative e militari, dove le autorità cinesi hanno ripetutamente cercato di eliminare i sistemi operativi stranieri.

Nel 2010, il sistema operativo è passato al kernel Linux e nel 2014 è stata introdotta una versione del sistema operativo basata su Ubuntu dopo che Canonical ha raggiunto un accordo con le autorità cinesi per lo sviluppo del software.

Advertisements

Il progetto ha ricevuto il sostegno di quasi 20 aziende e istituzioni cinesi, tra cui il China Advanced Operating Systems Innovation Center. Le aziende contribuiranno alla comunità per migliorare le opzioni del sistema operativo. 

I miglioramenti includono:

  • ottimizzazione per processori Intel e AMD di ultima generazione;
  • supporto per nuovi processori RISC-V ;
  • sviluppo del livello di traduzione da x86 a RISC-V;
  • miglioramenti all’interfaccia utente del window manager Ubuntu Kylin (UKUI) per tablet e convertibili.

Ricordiamo che la Cina intende creare una propria architettura di processore basata su RISC-V, in modo da non dipendere dalla tecnologia americana e ridurre le probabilità di nuove sanzioni statunitensi .

Advertisements