Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

La CISA e l’FBI avvertono dell’escalation del ransomware Maui

La CISA ha rilasciato oggi un avviso sul ransomware Maui che l’FBI tiene d’occhio da maggio 2021. Secondo il servizio di intelligence, alcuni attacchi hanno portato a gravi interruzioni del lavoro delle istituzioni mediche.

Gli hacker del governo nordcoreano utilizzano Maui per crittografare i server utilizzati dai servizi sanitari.

Non è ancora chiaro come i nordcoreani stiano diffondendo il malware alle strutture mediche americane. Inoltre, la CISA e l’FBI non hanno detto come collegano questi attacchi alla Corea del Nord. Tuttavia, nel messaggio che hanno pubblicato, ci sono informazioni sui metodi degli hacker, oltre a suggerimenti per proteggersi da tali attacchi.

“I criminali informatici dello stato nordcoreano presumono che le organizzazioni mediche siano disposte a pagare riscatti perché forniscono servizi fondamentali per la vita e la salute delle persone. In connessione con questa ipotesi, l’FBI e la CISA ritengono che gli hacker nordcoreani continueranno ad attaccare le organizzazioni nel settore sanitario.”

Nello stesso messaggio, le agenzie statunitensi esortano le organizzazioni interessate a non pagare il riscatto. 

Advertisements

Secondo il Dipartimento del Tesoro, ciò viola le sanzioni statunitensi contro la Corea del Nord. Tuttavia, se la vittima denuncia l’attacco ransomware alle agenzie governative statunitensi e collabora, il Tesoro potrebbe decidere di “attenuare” il rischio di sanzioni se il riscatto viene pagato.