Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

La cyber-gang Patchwork, per un errore interno si infetta con il proprio Trojan.

Patchwork, un gruppo di hacker indiano noto anche con nomi bizzarri come Hangover Group, Dropping Elephant, Chinastrats e Monsoon, ha dimostrato il vecchio detto che “sbagliare è umano”, ma per incasinare davvero le cose devi essere un criminale informatico.

Gli hacker, che sono diventati famosi per aver lanciato attacchi di spear phishing contro le istituzioni pakistane, sono riusciti a infettarsi con il proprio Trojan di accesso remoto (RAT) a gennaio, secondo gli esperti di Malwarebytes.

Advertisements

In un post sul blog, i ricercatori di sicurezza di Malwarebytes descrivono come hanno trovato una nuova variante del BADNEWS RAT (soprannominato Ragnatela), rilasciato tramite e-mail di spear phishing che fingeva di provenire dalle autorità pakistane.

Le indagini dei ricercatori hanno scoperto che un certo numero di istituzioni pakistane erano state compromesse con successo da questo RAT:

Advertisements
  • Ministero della Difesa – Governo del Pakistan
  • Università della Difesa Nazionale dell’Islam Abad
  • Facoltà di Bioscienze, Università UVAS, Lahore, Pakistan
  • Centro internazionale di scienze chimiche e biologiche
  • HEJ Istituto di ricerca di chimica, Centro internazionale di scienze chimiche e biologiche, università di Karachi
  • Università SHU, Medicina molecolare

Tuttavia, è stato anche scoperto che il gruppo di hacker era riuscito a infettare anche la propria macchina di sviluppo e il RAT aveva catturato le sequenze di tasti dei criminali insieme agli screenshot dei propri computer.

I ricercatori di Malwarebytes sono stati in grado di scoprire che gli hacker stavano eseguendo sia VirtualBox che VMware sui loro computer, con layout di tastiera sia inglesi che indiani.

Inoltre, con una certa perplessità, i ricercatori hanno scoperto che il computer del gruppo Patchwork stava segnalando che il tempo in quel momento era “nuvoloso con 19 gradi e che non hanno ancora aggiornato il loro Java”.

Advertisements

Sicuramente ogni criminale informatico esperto dovrebbe capire l’importanza di tenersi aggiornato con le proprie patch di sicurezza. Anche per loro esiste la consapevolezza al rischio.

Tuttavia, ogni speranza non è persa. Sembra che gli hacker utilizzino le VPN CyberGhost e VPN Secure nel tentativo di nascondere il loro indirizzo IP quando accedono agli account e-mail delle loro vittime. Quindi almeno stanno cercando di non essere del tutto incompetenti.

Malwarebytes afferma che questa è la prima volta che vede il gruppo di hacker Patchwork, attivo dal 2015, prendere di mira ricercatori di medicina molecolare e scienze biologiche.

Advertisements