Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

La Federal Air Transport Agency russa passa alla modalità manuale

Ieri il canale Telegram Aviatorshina ha riferito di un presunto attacco informatico alla Federal Air Transport Agency della Federazione Russa, a seguito del quale i dati potrebbero essere persi.

Secondo il canale, gli hacker avrebbero distrutto circa 65 TB di dati di Rosaviatsia, ovvero l’Agenzia federale del trasporto aereo (in russo : Федеральное агентство воздушного транспорта ),

Innanzitutto, il flusso di lavoro ha sofferto, così come la posta elettronica nell’ultimo anno e mezzo. Aviatorshina afferma che gli hacker hanno cancellato tutti i file sui server del dipartimento e allo stesso tempo il sistema dei servizi pubblici.

Il canale Telegram ha anche pubblicato uno screenshot di un messaggio del capo dell’Agenzia federale per il trasporto aereo, Alexander Neradko, che a causa della mancanza di accesso a Internet e di un guasto nel sistema di gestione elettronica dei documenti, il dipartimento sta passando ai documenti cartacei per la gestione.

Advertisements

Secondo Kommersant, l’Agenzia federale per il trasporto aereo non ha ancora ufficialmente confermato o smentito l’attacco hacker. Tuttavia, fonti vicine al dipartimento assicurano che gli hacker sono davvero entrati nelle sue reti di computer. Secondo loro, gli specialisti IT stanno attualmente cercando di ripristinare l’accesso ai server.

“Presumibilmente, sono riusciti a ripristinare l’accesso alla posta elettronica, nel prossimo futuro si aspettano di ripristinare completamente l’accesso agli archivi di dati”

ha affermato la fonte, aggiungendo che l’ufficio del procuratore generale e il Servizio di sicurezza federale russo (FSB) sono stati incaricati di indagare sull’incidente.

Il capo dell’Agenzia federale per il trasporto aereo, Alexander Neradko, ha indirettamente confermato a Moskovsky Komsomolets che l’attacco alle reti dell’Agenzia federale per il trasporto aereo è avvenuto davvero, ma ha assicurato che non ha causato seri problemi.

Advertisements

“Le scartoffie sono in ordine. L’aviazione svolge i suoi compiti. I voli sono in giro. La cosa principale è che ciò non influisce in alcun modo sul lavoro dell’industria aeronautica”