Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

La Ferrari scrive a RHC. RHC si mette a disposizione in forma gratuita per l’incident Response

Come abbiamo riportato questa mattina, sul data leak site di RansomEXX, è stato riportata una fuoriuscita di informazioni della Ferrari, la nota casa automobilistica di lusso di Maranello.

Poco fa Dario Esposito (Corporate and Financial Communication at Ferrari) ci scrive chiedendo di aggiornare l’articolo, cosa che abbiamo fatto immediatamente e che riportiamo anche qua sotto:

Advertisements
Ferrari è consapevole del fatto che alcuni media hanno segnalato la possibile perdita di informazioni da parte di Ferrari e la presenza di alcuni documenti online. 

Ferrari non ha alcuna evidenza di una violazione dei propri sistemi o di ransomware e informa che non c'è stata alcuna interruzione del proprio business e dell’operatività.

L'Azienda sta lavorando per identificare la fonte dell'evento e metterà in atto tutte le azioni necessarie.

Dario Esposito: Corporate and Financial Communication at Ferrari

RHC è stata la prima piattaforma online a comunicare stamattina il presunto incidente informatico alla casa automobilistica Ferrari.

Proprio per questo e visto che RHC è grande tifosa del Cavallino Rampante, la nostra risposta alla Ferrari è stata la seguente:

Advertisements
Salve Dott. Esposito.

Intanto grazie per averci contattato e per l’interesse a Red Hot Cyber.
Ad ogni pubblicazione sulle underground da parte del cybercrime occorre sempre un comunicato da parte dell’azienda per comprendere con precisione i fatti accaduti.

Visto che abbiamo avuto questo contatto e siamo tutti tifosi del cavallino rampante, volevamo mettere a disposizione ed in forma del tutto gratuita il nostro team di “incident response” e di “cyber threat intelligence”, per aiutarvi ad isolare l’incidente e comprenderne l’accaduto, sempre se lo vogliate.

Grazie anticipatamente e a presto.
Massimiliano Brolli e il RHC Communication Team

Pertanto, ci mettiamo a disposizione a titolo gratuito per recarci presso la sede di Ferrari e mettere a disposizione il nostro team di “incident response” e di “cyber threat intelligence”, per aiutare la Ferrari a comprendere l’accaduto.

L’unica cosa che chiediamo, qualora sia possibile, fare un giro su una Ferrari (qualsiasi essa sia) guidata da un vostro collaudatore sulla pista di Fiorano.

Ma c’è una cosa importante da sottolineare. RHC si è messa sempre a disposizione delle aziende violate, sia piccole o grandi senza distinzione di revenue come fanno i criminali informatici. Il programma Nopay Ransomware di HackerHood è a disposizione per ogni azienda colpita dal ransomware. Se volete maggiori informazioni scrivete ad info@hackerhood.it

Advertisements