Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Log4shell viene utilizzato per creare Botnet per attacchi DDoS

Le vulnerabilità di Log4Shell nel software Log4j, sono ancora oggi sfruttate dagli attori delle minacce per distribuire vari payload di malware, incluse le ​​botnet DDoS per l’installazione di cryptominer.

Secondo un rapporto di Barracuda, gli ultimi due mesi sono stati caratterizzati da cali e picchi nel targeting di Log4Shell, ma il volume dei tentativi di sfruttamento è rimasto relativamente costante.

Dopo aver analizzato questi attacchi, Barracuda ha stabilito che la maggior parte dei tentativi di sfruttamento proveniva da indirizzi IP con sede negli Stati Uniti, seguiti da Giappone, Europa centrale e Russia.

Nel dicembre 2021, i ricercatori hanno scoperto che Log4j versione 2.14.1 e tutte le versioni precedenti erano vulnerabili a CVE-2021-44228, soprannominato “Log4Shell”, un difetto critico di esecuzione di codice remoto zero-day.

Advertisements

Apache, lo sviluppatore di Log4j, ha tentato di risolvere il problema rilasciando la versione 2.15.0. Tuttavia, le successive scoperte di vulnerabilità e lacune di sicurezza hanno esteso la corsa all’applicazione delle patch fino alla fine dell’anno, quando la versione 2.17.1 ha finalmente risolto tutti i problemi fino ad oggi conosciuti.

Tuttavia, secondo Barracuda, molti sistemi continuano a eseguire versioni precedenti del popolare framework e sono quindi vulnerabili allo sfruttamento.

I ricercatori hanno individuato vari payload mirati a implementazioni vulnerabili di Jog4j, ma i derivati ​​della botnet Mirai sembrano fare la parte del leone in questo momento.

Il malware Mirai prende di mira telecamere di rete, router e altri dispositivi esposti pubblicamente e li inserisce in una botnet controllata da remoto. L’attore delle minacce può quindi controllare questa botnet per eseguire attacchi DDoS contro un obiettivo specifico, il quale esaurira’ le proprie risorse e interrompendo il servizio online.

Advertisements

Come spiega il rapporto, Mirai è distribuito in varie forme e da diverse fonti, indicando che gli operatori stanno tentando di costruire una grande botnet che in futuro prenderà di mira vittime di tutte le dimensioni.

Gli attori delle minacce dietro queste operazioni stanno affittando la loro potenza di fuoco o stanno lanciando essi stessi attacchi DDoS per estorcere le aziende.