Mosca: al via una serie di accordi di cooperazione con altri stati sulla cybersecurity.


Come abbiamo riportato nella giornata di ieri, la Russia sta avviando delle collaborazioni con le Intelligence USA, a valle degli accordi presi al vertice Biden Putin.


Intanto il vicesegretario del Consiglio di sicurezza della Federazione russa Oleg Khramov ha nominato diversi paesi con i quali Mosca prevede di firmare accordi di cooperazione nel campo della sicurezza informatica.



È necessaria una cooperazione bilaterale diretta per garantire la sicurezza internazionale dell'informazione. Quest'anno, la Russia ha già firmato una serie di accordi in questo settore con l'Iran e il Kirghizistan.

“Siamo pronti a firmare documenti simili con Indonesia, Nicaragua e Uzbekistan. Circa una dozzina e mezza di bozze di accordi sono in fase di studio di esperti o di approvazione nazionale"

ha detto Khramov a RIA Novosti.



Ha osservato che la Russia è pronta a cooperare con tutti i paesi per contrastare le minacce alla sicurezza informatica internazionale, ma in via prioritaria svilupperà un dialogo con i paesi della:

  1. CSTO: i paesi dell'ex unione sovietica;