Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Penetration Test: un’arma per essere più sicuri.

Sempre più persone “vivono” su Internet.

Questo è stato particolarmente evidente nella pandemia da coronvairus, quando nel primo lockdown, molte aziende hanno costretto i loro dipendenti in smart working, oppure quanto ai bambini veniva insegnato tramite la didattica a distanza.

Inoltre, in quello stesso periodo c’è stato un boom degli acquisti online e i contatti con le persone, sia privati ​​che professionali, dovevano essere per forza di cose mantenuti esclusivamente tramite video.

Advertisements

E questo trend non accenna a diminuire.

Il volume di traffico continuerà ad aumentare: mentre era di circa 33 zettabyte nel 2018, si prevede un utilizzo dei dati di circa 175 zettabyte per il 2025, con un aumento di circa il 530 percento in meno di 10 anni.

Più è grande la superficie di rischio, minore è la sicurezza

Ovviamente, l’aumento del traffico dati e la complessità delle infrastrutture realizzate, sempre più interconnesse, offriranno una superficie di attacco molto più ampia dove i “cattivi” potranno penetrare i sistemi o le reti rubando o danneggiando le organizzazioni.

Advertisements

Quanto questo possa essere pericoloso per un’organizzazione è stato dimostrato da moltissimi incidenti di rilievo avvenuti nel corso del 2021.

Ma mentre le aziende vengono bersagliate dall’ultimo ransomware di turno, ci sono delle tecniche che possono permettere ad una organizzazione di valutare la propria resilienza ad un ipotetico attacco informatico e quindi correre ai rimedi, prima che un eventuale malintenzionato possa arrecare un danno ingente.

Una di queste attività si chiama “penetration test”. Questi test possono essere utilizzati per determinare la sicurezza di infrastrutture di reti, app e applicazioni web. Allo stesso tempo, è possibile identificare le vulnerabilità. I vantaggi di un penetration test per le aziende sono notevoli, ma possiamo sintetizzarli in 5 punti fondamentali:

Advertisements

1 – Rileva le falle del tuo sistema prima del cybercrime

In una attività di penetration test, vengono modellate le possibili azioni di un ipotetico attaccante. Il tester analizza quale possano essere i dati sensibili celati nelle infrastrutture di una organizzazione per poi tentare, simulando un reale “cattivo”, di appropriarsene attraverso un attacco informatico “simulato”.

Nel processo, tuttavia, nessun dato viene compromesso, perché a differenza rispetto ad un attacco reale e dannoso, il test viene eseguito in modo controllato e sicuro. Inoltre, l’azienda determina da sé il tempo e la portata di questo attacco simulato ed è informata del suo svolgimento e dello sfruttamento delle vulnerabilità.

Ma simulando un attacco reale, l’organizzazione scoprirà in modo affidabile e “reale”, le lacune di sicurezza dovute a impostazioni non sicure, errori di configurazione, errori di codice o errori software e quindi ripristinare una corretta “cyber posture” all’interno delle proprie reti.

Advertisements

2 – Risparmia sui costi di ristrutturazione e ridurre i tempi di inattività della rete

Naturalmente, un penetration test costa denaro. Ma è una spesa che, a sua volta, può far risparmiare alle aziende un’enorme quantità di soldi. Grazie al rilevamento dei punti deboli, il test funge anche da ausilio per determinare l’orientamento degli investimenti dal punto di vista della sicurezza informatica, mirandoli ai reali rischi e non solo a quelli magari ipotizzati con una analisi del rischio documentale.

I costi dopo un attacco ransomware, con il blocco della produzione e il successivo ripristino, costano esponenzialmente di più rispetto ad un penetration test. Si parla di migliaia o addirittura milioni di euro. Un pentest quindi si ripaga quasi più velocemente di quanto viene effettivamente pagato.

Advertisements

3 – Rispettare in modo affidabile le norme di sicurezza

Un’azienda che esegue test di penetrazione deve fornire all’autorità per la protezione dei dati una prova di conformità al GDPR. Ciò non solo risparmia all’azienda il costo di misure di sicurezza non necessarie, perché può concentrarsi sulla protezione delle vulnerabilità effettive.

A lungo termine, evita multe salate che devono essere pagate alle autorità in caso di violazioni e perdita di dati secondo il GDPR (General Data Protection Regulation). Quindi, se si verifica un attacco, l’azienda soddisfa tutti i requisiti della linea guida e riduce i costi estremamente elevati per il recupero dei dati dei clienti e delle sanzioni.

4 – Garantire la fedeltà dei clienti e l’immagine aziendale

Se i dati sensibili vengono compromessi da un attacco informatico, l’azienda interessata perde rapidamente la fiducia dei propri clienti e l’immagine dell’azienda è in gioco.

Advertisements

I penetration test possono analizzare realisticamente la sicurezza dei dati di un’azienda e rivelare se un potenziale attacco può avere successo. Ciò significa che i clienti sanno anche di essere in buone mani e possono fidarsi di lavorare con un partner sicuro e lungimirante. Nessuna azienda dovrebbe mettere a repentaglio la propria web & brand reputation.

5 – Effettuare investimenti mirati

I risultati di un penetration test vengono solitamente presentati alla direzione sotto forma di report. Ciò consente agli esperti di sicurezza di identificare esattamente in quali aree ci sono lacune più importanti e quindi investire nella protezione di quelle specifiche aree.

Allo stesso tempo, i tester esperti possono formulare raccomandazioni per l’eliminazione dei punti deboli e la creazione di sistemi di sicurezza affidabili, fornendo delle priorità di intervento.

Advertisements

La community hacker: una risorsa indispensabile

Compreresti un’auto senza averci fatto prima un giro?

Proporresti ai tuoi invitati 5 portate senza averle mai provate ed assaggiate?

Ce ne sarebbero infiniti di questi esempi, ma pensali riferiti ai tuoi clienti in relazione alla sicurezza informatica, vedrai che non avrai dubbi per simulare in anticipo delle situazioni critiche.

Advertisements

Metti alla prova i tuoi sistemi e i tuoi dati, attraverso dei penetration test completi per proteggerli da un disastro che costa un sacco di soldi e falli svolgere in continuazione, anche dopo che il penetration test risulterà finalmente “nullo”.