Un dipendente del gruppo NSO ha spiato una donna al lavoro, con l'aiuto dello spyware Pegasus


A quanto pare, un dipendente del gruppo NSO ha usato #Pegasus nel 2016 per spiare una donna che gli piaceva.


Dopo aver appreso dell'incidente, il gruppo NSO avrebbe licenziato l'impiegato colpevole dell'abuso e ha avviato una conversazione con il resto degli impiegati per evitare che simili abusi non fossero avvenuti nel futuro.


Molto bene, ma Jeff #Bezos, a quanto pare, non è considerato un abuso.


Ricordiamo che #Facebook ha citato in giudizio il gruppo NSO da ottobre con l'accusa di attacchi agli utenti di #WhatsApp che sono stati violati dal #malware. E ora tutto è serio: Facebook ha stabilito una connessione tra uno degli indirizzi IP e 720 casi di attacchi agli utenti di #WhatsApp nella primavera del 2019, durante i quali è stata sfruttata la vulnerabilità #VoIP di WhatsApp #zeroday.


Gli avvocati di Facebook hanno presentato alla corte prove che NSO aveva un contratto con #QuadraNet Enterprises, un data center a Los Angeles in California che gli consentiva di usare i suoi server come #C2.


#redhotcyber #cybersecurity #russianews #privacy


Сотрудник NSO Group сталкерил женщину на работе с помощью шпиона Pegasus


http://cyber-safety.ru/2020/04/sotrudnik-nso-group-stalkeril-zhenshhinu-na-rabote-s-pomoshhyu-shpiona-pegasus/

3 visualizzazioni

Iscriviti al canale Youtube

unnamed.png

Red Hot Cyber: conosci il rischio per starne lontano

Per richieste di supporto scrivi a: redhotcyber@hotmail.com

  • YouTube Icona sociale
  • Facebook Icona sociale
  • Twitter Icon sociale
  • LinkedIn Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
  • Tumblr Icona sociale
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now