Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

A Lecco la prima scuola superiore ad avviare un corso sulla cyber security.

Proprio mentre parlavamo della mancanza di tali iniziative in un articolo di qualche giorno fa, dove manca un indirizzo fin dalle scuole secondarie e superiori, ecco una bella notizia da LeccoToday che ci fa sperare per il prossimo futuro.

Oggi la cybersecurity va di moda. Sulla scia di infiniti attacchi informatici verso enti pubblici e privati degli ultimi periodi, dopo che Vicenza crea una Task force contro il cybercrime e la Regione Lazio crea la scuola di Alta formazione sulla Cybersecurity, ora è il turno del primo istituto di formazione superiore.

Si tratta del Badoni di Lecco, un istituto tecnico superiore che forma i giovani in Informatica, elettronica, meccanica e scienze applicate, ad attivare il primo corso di cybersecurity nelle scuole superiori.

La proposta formativa è rivolta agli studenti del triennio con lo scopo di rafforzare la consapevolezza dell’importanza della protezione dei dati nella rete e formare dei tecnici ulteriormente specializzati, come richiesto dalle dinamiche del mondo del lavoro.

Advertisements

In una nota stampa diffusa da Elisabetta Pozzi, è stato illustrato nei dettagli il corso dal titolo:

“Cybersecurity: la nuova frontiera per i periti tecnici informatici”.

Che descrive come l’istituto ha avviato questo corso innovativo per la tipologia di scuola:

“L’istituto tecnico nelle articolazioni di informatica e telecomunicazioni prepara periti competenti nei campi di indirizzo, ma nel contesto attuale è necessario ampliare la preparazione preparando gli studenti a divenire Cyber Security Analyst. Il progetto è il frutto della collaborazione con alcune aziende del territorio che sono specialiste nel settore”.

Due, in particolare, gli obiettivi del corso:

  1. Diffondere, nel modo più ampio possibile la cultura della Information Security operando anche in verticale, con la formazione di professionalità future altamente qualificate;
  2. Aumentare nei ragazzi di tutto l’istituto la consapevolezza dell’importanza della protezione dei dati come forma di educazione civica e di crescita responsabile.

Sempre nella nota dell’istituto Badoni si legge anche che:

Advertisements

“Il nostro progetto è rivolto attualmente a tutte le classi terze dell’istituto per quanto concerne la conoscenza di base dell’importanza della protezione dei dati e di un uso consapevole della rete. Sulla base di queste conoscenze si procede poi fino in quinta, con le classi del corso di informatica e telecomunicazioni, verso un approfondimento dei temi e delle competenze di analisi della sicurezza in rete.

E queste sono le parole che ci fanno capire che qualcosa sta cambiando nella formazione tanto attesa della quale abbiamo tanto discusso su RHC:

“La formazione di periti con queste competenze è di grande importanza per le industrie che sempre più devono proteggere le proprie strutture dai pericoli della rete. Questo percorso formativo risponde quindi ad un’esigenza già rilevata e che diventerà sempre più diffusa”.

Diversi saranno gli aspetti che verranno trattati, spiega il Badoni.

Verrà insegnato come come difendersi e aumentare la sicurezza; del disaster recovery and business continuity; e delle nuove professioni collegate al settore.

Il corso si articola a livello teorico e a livello pratico con laboratori che sviluppano la sicurezza delle applicazioni (sviluppo di software sicuri) e la sicurezza delle infrastrutture di rete (monitoraggio delle reti, riconoscimento e risposta a un’intrusione). Il corso si sviluppa su più anni, secondo il seguente programma.

Advertisements

  • 1. Anno scolastico 2020/21 – Abbiamo iniziato il percorso con le classi terze dell’istituto: tutti hanno seguito la parte dedicata alla consapevolezza e alla crescita responsabile. Le classi di informatica e telecomunicazioni hanno approfondito la parte relativa alla Normativa. Le lezioni sono state tenute da persone individuate dai nostri partner e i docenti dell’istituto si sono così formati in merito agli argomenti trattati.
  • 2. Anno scolastico 2021/22 – Le terze riprendono il percorso di base, che viene tenuto dai docenti dell’istituto ormai formati. Le quarte di informatica e telecomunicazioni affrontano il percorso specialistico teorico e si cimentano in una settimana di laboratorio sulla sicurezza delle applicazioni e delle reti.
  • 3. Anno scolastico 2022/23 – Il percorso si completa con le quinte classi che terminano la loro preparazione triennale, mentre le classi terze e quarte procedono con le tappe già sperimentate ed eventualmente rivalutate.

  • 4. Nuove professioni per il futuro – L’Istituto Badoni si prefigge di promuovere questo percorso di potenziamento della formazione tecnica dedicato alla Cyber Security perché è utile agli studenti, amplia la loro formazione professionale con ricadute importanti per le imprese e il lavoro e può essere promosso attraverso un percorso certificabile da diffondere anche ad altri istituti del sistema scolastico pubblico.
  • Questa è la ricetta per il nostro futuro. Avviare un forte cambiamento fin dalla scuola primaria e secondaria, per far appassionare i ragazzi a questa materia e per non “perderli” in altre discipline perché loro sono il nostro futuro.