Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Cloud italiano: TIM, Leonardo, Sogei e Cdp Equity si consorziano e sono al nastro di partenza.

Ci siamo.

Da ieri, 4 big italiane si sono candidate per costruire le infrastrutture del cloud italiano.

Si tratta di TIM, Leonardo, Sogei e Cassa depositi e prestiti (Cdp Equity) che si candidano per cambiare l’Italia e per digitalizzare e migliorare le infrastrutture della pubblica amministrazione.

Advertisements

Assieme le quattro big, daranno la luce ad una nuova società (di fatto una Newco) che andrebbe a realizzare il Polo Strategico Nazionale, ovvero un regia unica sul Cloud nazionale.

Le aziende di fatto hanno partecipazioni statali, ad esempio Leonardo è detenuta per un 30,2% dal ministero dell’Economia e quindi avrà un 25% di proprietà della Newco. Cdp Equity invece avrà un 20%, Sogei un 10%, mentre l’altro 45% sarà posseduto da TIM.

Advertisements

Di fatto la grande gara che attendevamo, potrebbe essere a rischio, in quanto verrà valutata questa coalizione dallo Stato e quindi dal ministero dell’innovazione tecnologica per garantire che tali soggetti possano creare un cloud nazionale flessibile, sicuro e moderno.

Già si iniziano ad intravedere come verranno suddivisi i compiti all’interno delle 4 aziende. mentre Cdp si occuperà del finanziamento, Sogei si farà carico della formazione dei dipendenti pubblici, TIM fornirà le infrastrutture tecnologiche e Leonardo si occuperà della Sicurezza.

Verranno quindi realizzate nuove infrastrutture con datacenter Tier IV, che saranno collocati in 2 regioni ancora da definire, garantendo che tali infrastrutture siano all’interno del paese e non come precedentemente ipotizzato.

Advertisements

Da tenere in considerazione che nel documento relativo alla strategia del Cloud nazionale, il governo ha escluso (anche se non detto in maniera esplicita) partner strategici e tecnologici cinesi.