Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Gli USA sviluppano i computer quantistici per proteggersi dagli attacchi informatici

Secondo la dichiarazione ufficiale, le recenti scoperte nella scienza dell’informazione quantistica (QIS) mostrano il potenziale della tecnologia di “stimolare l’innovazione in tutta l’economia americana, dall’energia alla medicina, attraverso i progressi nell’informatica, nel networking e nel rilevamento”.

“La ricerca indica che ad un certo punto in un futuro non troppo lontano, quando i computer quantistici avranno raggiunto una dimensione e un livello di sofisticazione sufficienti, che saranno in grado di violare gran parte della crittografia che attualmente protegge le nostre comunicazioni digitali su Internet”

diceva la dichiarazione.

“Un computer quantistico crittoanaliticamente significativo potrebbe compromettere le comunicazioni civili e militari, oltre a minare i sistemi di controllo e gestione delle infrastrutture critiche

ha avvertito il direttore della National Security Agency (NSA) degli Stati Uniti Paul M. Nakasone in una dichiarazione.

“La difesa numero uno contro questa minaccia dell’informatica quantistica risiede nell’implementazione della crittografia resistente ai quanti nei nostri sistemi più critici

Advertisements

ha aggiunto Nakasone.

Le attività previste dal memorandum includono elementi come gli standard crittografici del NIST e la creazione di gruppi di lavoro del settore pubblico per promuovere la collaborazione. Tutte le attività devono essere completate dal NIST, NSA e dalla Cybersecurity and Infrastructure Security Agency (CISA) entro 90 giorni a 1 anno.

Sebbene i documenti non menzionino la Cina, il contesto implica la concorrenza con la Cina, poiché investe nell’informatica quantistica. Il Congresso degli Stati Uniti ha definito il 2030 l’inizio di un’era in cui la crittografia convenzionale diventerà insicura a causa dei sistemi quantistici.

Inoltre, ad aprile, gli Stati Uniti e 60 paesi partner hanno collaborato per stabilire le nuove regole globali per Internet.