Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

I microchip volanti potranno effettuare sorveglianza, misure dell’aria e altro ancora.

Gli ingegneri della Northwestern University negli Stati Uniti sono stati in grado di aggiungere una nuova capacità ai microchip elettronici: il volo.

Il nuovo microprocessore volante ha le dimensioni di un granello di sabbia e non ha un motore. Il dispositivo è in grado di condurre la sorveglianza aerea, oltre a monitorare la diffusione dei virus.

Advertisements

Per effettuare il volo, il dispositivo, chiamato microflier, utilizza le correnti d’aria, ruotando come un elicottero.

Essendo le più piccole strutture elettroniche volanti mai realizzate dall’uomo, i microchip possono anche essere dotati di tecnologie ultraminiaturizzate, inclusi sensori, alimentatori, antenne per comunicazioni wireless e memoria di bordo per l’archiviazione dei dati.

Negli esempi mostrati, il team ha incorporato sensori nei dispositivi, un alimentatore in grado di raccogliere energia dall’ambiente, memoria e un’antenna in grado di trasmettere dati in modalità wireless a uno smartphone, tablet o computer.

Advertisements

In laboratorio, il team ha dotato un dispositivo di vari elementi per rilevare il particolato nell’aria. In un altro esempio, hanno incluso sensori di pH che possono essere utilizzati per monitorare la qualità dell’acqua e fotorilevatori per misurare la luce solare a diverse lunghezze d’onda.