Red Hot Cyber
La cybersecurity è condivisione. Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed incentiva gli altri a fare meglio di te.
Cerca
200 Milioni di Utenti X/Twitter scaricabili Online per 8 crediti  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  2 giorni senza riscaldamento per colpa del malware FrostyGoop. E’ successo a Leopoli in Ucraina a Gennaio  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Hacktivisti a Sostegno delle Rivolte in Bangladesh: Escalation di Violenza e Cyber Attacchi  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Copybara, il malware che prende di mira il banking italiano  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  Microsoft rilascia un tool USB per risolvere il problema del BSOD di CrowdStrike su Windows 10 e 11  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  EvilVideo: L’Exploit Zero-Day Che Minaccia Telegram su Android  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Una Hot-fix malevola per CrowdStrike diffonde HijackLoader e RemCos  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Red Hot Cyber Completa con Successo il Secondo Corso di Darkweb & Cyber Threat Intelligence  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  L’interruzione di CrowdStrike ha colpito meno dell’1% dei dispositivi Windows. Attenzione Alle Frodi!  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  Incidente CrowdStrike: Riflessioni sulla Security di oggi e di Domani. “Non importa se si viene spiati, importa da chi”  ///  
Crowdstrike

Google risarcirà i residenti in Illinois per aver pubblicato le loro foto

Redazione RHC : 7 Giugno 2022 07:00

I residenti dell’Illinois che sono stati mostrati nelle foto di “Google Foto” negli ultimi sette anni possono essere rimborsati da Google per il disturbo. La class action è stata intentata sulla presunta violazione da parte di Google dell’Illinois Biometric Privacy Act (BIPA). La legge richiede alle aziende di ottenere il consenso degli utenti prima di utilizzare dei loro dati biometrici.

I querelanti affermano che Google ha violato il BIPA raccogliendo e archiviando, senza un adeguato preavviso o consenso, dati biometrici dai residenti dell’Illinois, che la società ha utilizzato per raggruppare le foto utilizzando la sua funzione di riconoscimento facciale.

Secondo le informazioni del sito Web che rappresenta i querelanti, qualsiasi residente dell’Illinois che è stato fotografato su Google Foto tra il 1 maggio 2015 e il 25 aprile 2022 è idoneo al pagamento. L’indennizzo varia dai 200 ai 400 dollari.

“La causa non è andata in tribunale e il tribunale non si è pronunciato a favore dei querelanti o di Google. Invece, i querelanti e Google hanno deciso di risolvere la causa. Pertanto, entrambe le parti evitano i costi e i rischi del contenzioso e i membri del gruppo dei querelanti riceverà i pagamenti di liquidazione ora e non tra anni”

afferma il sito Web che rappresenta i querelanti.

Le persone hanno tempo fino al 24 settembre per presentare un reclamo, che può essere fatto cliccando su questo link. Chiunque desideri rinunciare all’accordo deve farlo entro il 10 agosto. Un’udienza sulla class action è prevista per il 26 settembre.

Redazione
La redazione di Red Hot Cyber è composta da un insieme di persone fisiche e fonti anonime che collaborano attivamente fornendo informazioni in anteprima e news sulla sicurezza informatica e sull'informatica in generale.