Il 66% dei CIO prevede di aumentare gli investimenti nella cybersecurity nel 2022


La maggior parte dei CIO prevede di investire nell'intelligenza artificiale e nella tecnologia cloud distribuita quest'anno e il prossimo. Lo dimostrano i risultati di un sondaggio condotto da specialisti della società di consulenza Gartner tra 2.387 CIO di aziende di 85 paesi.



Il sondaggio si è concentrato sulla "componibilità aziendale", una strategia IT che sfrutta mentalità, tecnologia e una serie di capacità operative per innovare e adattarsi rapidamente alle mutevoli esigenze aziendali.


Secondo il sondaggio, il 66% degli intervistati prevede di aumentare gli investimenti nella sicurezza informatica e delle informazioni nel 2022. Più della metà degli intervistati ha dichiarato di voler investire di più in business intelligence e analisi dei dati.



“C'è una continua necessità di investire nella sicurezza informatica poiché l'ambiente diventa sempre più impegnativo. L'alto livello di componibilità consentirà all'organizzazione di riprendersi più velocemente e potenzialmente anche di ridurre al minimo l'impatto di un incidente informatico"

ha spiegato Monika Sinha, vicepresidente della ricerca di Gartner.