Red Hot Cyber

La cybersecurity è condivisione. Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed incentiva gli altri a fare meglio di te.
Cerca

Il Cuore è più al sicuro con i droni Defibrillatori: L’Innovazione che Sta Salvando Vite in Anticipo sui Tempi

Redazione RHC : 24 Novembre 2023 16:56

I ricercatori del Karolinska Institutet hanno condotto uno studio volto a migliorare la cura dell’arresto cardiaco improvviso (SCA) utilizzando droni dotati di defibrillatori automatici esterni (DAE) al posto delle ambulanze. Si è scoperto che in più della metà dei casi i droni erano tre minuti avanti rispetto ai servizi medici tradizionali. In molti casi in cui un paziente era a rischio di morte a causa di una NDE, è stato utilizzato un defibrillatore erogato tramite drone per evitare che il paziente peggiorasse o morisse.

Andreas Klasson, professore associato presso il Centro per la ricerca sull’arresto cardiaco presso il Dipartimento di ricerca clinica e formazione del Södersjukhuset del Karolinska Institutet e ricercatore principale del progetto, ha sottolineato che l’uso di un DAE è uno dei fattori più importanti per salvare vite umane. Dall’estate del 2020, i ricercatori hanno utilizzato droni con DAE e hanno scoperto che i droni possono arrivare sulla scena diversi minuti prima delle ambulanze, consentendo in alcuni casi di utilizzare i DAE da parte delle persone presenti sulla scena.

La NDE è una condizione medica potenzialmente fatale che si verifica quando il cuore smette improvvisamente di battere. Ciò può essere causato da un infarto, aritmia o altre condizioni cardiache. È necessario un intervento immediato per salvare la vita di una persona.

La defibrillazione è uno degli interventi chiave per la NDE. Si tratta di una procedura medica che fornisce una dose terapeutica di energia elettrica al cuore per ripristinare il normale ritmo cardiaco. I DAE sono comunemente usati nei luoghi pubblici, nelle case e negli ospedali. Quindi portarli nei luoghi in cui si verificano arresti cardiaci è fondamentale.

Nell’estate del 2022, il Karolinska Institutet ha testato il concetto di inviare contemporaneamente un drone con DAE e un’ambulanza per ridurre i tempi di defibrillazione. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con la regione Västra Götaland, SOS Alarm e l’operatore di droni Everdrone. Il lavoro ha coinvolto circa 200.000 persone nella Svezia occidentale e i primi risultati hanno dimostrato che il concetto era fattibile e sicuro.

I droni sono stati utilizzati per somministrare DAE in 55 casi di sospetta NDE. In 37 di questi casi, la consegna è avvenuta prima dell’arrivo dei servizi di emergenza sanitaria, con una percentuale del 67% con un tempo di consegna medio di 3 minuti e 14 secondi.

Klasson ha aggiunto che il loro studio dimostra definitivamente la fattibilità della consegna di DAE utilizzando i droni e che può essere effettuata pochi minuti prima dell’arrivo dell’ambulanza per le NDE acute. Con il tempo risparmiato, i servizi medici di emergenza potrebbero istruire la persona che ha chiamato i servizi di emergenza a rimuovere e utilizzare il DAE prima dell’arrivo dell’ambulanza.

Redazione
La redazione di Red Hot Cyber è composta da un insieme di persone fisiche e fonti anonime che collaborano attivamente fornendo informazioni in anteprima e news sulla sicurezza informatica e sull'informatica in generale.