Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Il Parlamento Europeo ha espresso preoccupazione per gli sviluppi militari di Russia e Cina

“Il Parlamento europeo è preoccupato per la ricerca militare e lo sviluppo tecnologico relativo ai sistemi d’arma offensivi non controllati dall’uomo che vengono condotti in paesi come la Russia e la Cina, senza la dovuta considerazione del rischio per l’umanità”, questo è quanto emesso in un testo recentemente pubblicato.

Il documento emesso tratta in maniera generale dello sviluppo delle tecnologie nel mondo moderno. Si tratta, in sostanza, dei progressi e delle prospettive nel campo dell’intelligenza artificiale, nonché dei problemi e dei rischi che ne derivano.

Ad esempio, il rapporto afferma che le tecnologie di intelligenza artificiale possono essere utilizzate, tra le altre cose, per condurre guerre di informazione, diffondere disinformazione, effettuare attacchi informatici e per controllare i cittadini rafforzando le attività di censura.

Il documento afferma che oggi c’è “un’intensa concorrenza nel campo delle tecnologie AI” nel mondo. Coinvolge non solo i due paesi leader, che, secondo gli autori del rapporto, sono Stati Uniti e Cina, ma anche Canada, India, Israele, Giappone, Russia, Corea del Sud e Regno Unito.

Advertisements

In conclusione, il testo sottolinea che l’UE è in ritardo rispetto ai favoriti della corsa “in quasi tutte le categorie nel campo dell’IA” e “continua a perdere terreno” nonostante le misure adottate. A questo proposito, il progetto di risoluzione elenca una serie di misure che potrebbero contribuire a porre rimedio a tutto questo.

Quindi, il rapporto parla della necessità di innovazione nel campo della legislazione, rimuovendo le principali barriere per gli sviluppatori, aumentando gli investimenti nello sviluppo di tecnologie chiave e molto altro ancora.

In precedenza, il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che l’uso dell’intelligenza artificiale nell’esercito sta diventando una priorità. Ha notato che tali tecnologie sono in grado di fornire una svolta qualitativa aumentando le caratteristiche di combattimento delle armi.

“Tali tecnologie dovrebbero essere applicate più attivamente nei sistemi di comando e controllo delle truppe e delle armi, nelle strutture di comunicazione e trasmissione dati, nonché nei sistemi missilistici ad alta precisione”

ha aggiunto durante un incontro sui temi della difesa.

Advertisements

Come riportato dai media, anche la Cina presta grande attenzione anche allo sviluppo dell’intelligenza artificiale in ambito militare. Allo stesso tempo, sia Mosca che Pechino sottolineano costantemente che le loro attività non rappresentano una minaccia per nessuno degli stati stranieri.