Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

La IBM realizza il più grande frigorifero per gli esperimenti sul Quantum Computing

Studiare le energie più fredde, più lontane, più basse e più alte e le cose più piccole dell’universo è difficile. Richiede la costruzione di apparati completamente nuovi che spingono ai limiti la tecnologia moderna.

Ora, IBM ha costruito il più grande frigorifero del mondo, internamente noto come progetto Goldeneye, in grado di raffreddare le future generazioni di esperimenti quantistici. 

Questo “super-frigorifero”, è il frigorifero a diluizione più grande di qualsiasi altro disponibile in commercio oggi.

Una foto del frigorifero realizzato dalla IBM

Come riportato nel blog ufficiale di IBM,  “Il super-frigorifero contiene 1,7 metri cubi di volume sperimentale, il che significa che può raffreddare un volume più grande di tre frigoriferi di cucina domestica a temperature più basse dello spazio esterno, rispetto ai frigoriferi precedenti, che sono nel range di 0,4-0,7 metri cubi.

Advertisements

“Queste temperature sono necessarie per eseguire esperimenti di fisica all’avanguardia e potenzialmente far funzionare grandi processori quantistici”.

Durante gli esperimenti, gli scienziati lo hanno raffreddato alla temperatura di esercizio (~25 mK) e hanno collegato un processore quantistico all’interno.

I frigoriferi a diluizione sono dispositivi criogenici sperimentali che utilizzano una miscela di elio-3 (He-3) ed elio-4 per raffreddare un volume spaziale al regime di milli-Kelvin (mK) (He-4).

I frigoriferi a diluizione eseguono questo raffreddamento impiegando prima una serie di procedure per rimuovere il calore dalla miscela di isotopi di elio e quindi utilizzando pompe a vuoto per far circolare e diluire He-3 nella miscela He-3/He-4 fino a raggiungere la temperatura desiderata.

Advertisements

Fino a poco tempo fa, tutti i frigoriferi a diluizione erano sistemi “umidi”, che richiedevano sostanze già fredde come azoto liquido e altri fluidi criogenici per iniziare il raffreddamento.

Il Project Goldeneye presenta una costruzione completamente nuova del telaio e del criostato, il componente principale a forma di botte responsabile del raffreddamento, per massimizzare il volume sperimentale riducendo al contempo il rumore e raggiungendo le temperature richieste.