Red Hot Cyber
La cybersecurity è condivisione. Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed incentiva gli altri a fare meglio di te.
Cerca
Parla Vanir Group! L’intervista di RHC agli ex affiliati di LockBit, Karakurt and Knight: “Assumete professionisti, non siate tirchi!”  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  CVE-2024-4577: La Vulnerabilità PHP Sfruttata entro 24 Ore dalla Sua Scoperta  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Palo Alto Networks Risolve Vulnerabilità Critiche di Sicurezza: Aggiornamenti per CVE-2024-5910 e BlastRADIUS  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Il Mondo Ha Bisogno di Nuovi Muri! Come la Sicurezza Nazionale Sta Cambiando il Panorama Geopolitico Globale  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  La National Security Agency degli Stati Uniti è stata violata? 325.498 nomi, email, numeri di telefono e indirizzi compromessi  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  Meow Ransomware rivendica l’attacco nel suo Data Leak Site al colosso HPE  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Il Threat Actors 888 rivendicata una compromissione di Microsoft  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Il Threat Actors 888 rivendicata una compromissione di Nokia  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  Due gravi vulnerabilità sono state rilevate su Citrix NetScaler Console, Agent e SVM  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  L’exploit POC per l’RCE di VMware vCenter Server è ora disponibile Online!  ///  
Crowdstrike
Crowdstrike

La prima galleria di opere d’arte realizzate dalle AI apre ad Amsterdam

Redazione RHC : 23 Maggio 2023 08:38

La prima galleria d’arte al mondo “Dead End” ha aperto ad Amsterdam, con opere create dall’intelligenza artificiale. Mentre gli artisti discutono sull’impatto dell’IA generativa sulla creatività, il gallerista ha deciso di utilizzare l’IA come assistente e partner.

A prima vista, la galleria non differisce dalle altre dove vengono presentati gli artisti e le loro opere. Ma c’è una differenza: tutte le loro opere, sono state generate dalle reti neurali. 

Inoltre, nella galleria suona una musica d’atmosfera, anch’essa generata da una rete neurale.

Utilizzando circa 100 strumenti di intelligenza artificiale, il team ha creato gli schizzi per i 10 artisti. I creatori hanno comunicato quotidianamente con gli artisti per 1 mese, insegnando loro a creare il proprio lavoro in uno stile specifico per ogni artista.

Irisa Nova, nata il 25 giugno 1993, è un’artista di talento con sede nella vibrante città di Articia. Il suo stile artistico preferito è l’espressionismo astratto. Ha una profonda passione per la trasmissione di emozioni e idee attraverso colori vibranti e composizioni dinamiche“, si legge nella scheda biografica.

Irisa Nova, autoritratto e personalità generate da una rete neurale

L’idea di lanciare una galleria interamente generata dall’intelligenza artificiale è nata dopo che le gallerie tradizionali si sono rifiutate di accettare una mostra d’arte basata sull’intelligenza artificiale. L’opera è piaciuta ai rappresentanti della galleria, ma non hanno potuto organizzare una mostra perché temevano che gli “artisti umani” reagissero negativamente.

Pertanto, il team di Brinkman ha deciso di creare la propria galleria. Per fare ciò, gli esperti hanno posto all’IA varie domande su come organizzare lo spazio, come promuovere la galleria e quali documenti sono necessari per registrare un’attività.

Brinkman si è anche consultato con AI per determinare il prezzo dei dipinti, il numero di copie prodotte e a chi vendere l’immagine.

Galleria ” Vicolo cieco”

Brinkman crede che gli artisti dovrebbero abbracciare l’intelligenza artificiale, non combatterla. La tecnologia “ha molto da esplorare”. Dopo l’apertura della mostra, gli artisti umani hanno iniziato ad accusare Brinkman di “aver rubato il loro lavoro”, ma il curatore ha confermato che tutta l’arte nella galleria era stata controllata: non assomigliano a nulla che sia già stato creato da altre persone.

“Abbiamo aperto questa galleria in modo che gli artisti possano venire a discutere, parlare con i visitatori. Questo è molto importante perché penso che non dovremmo avere molta paura dell’IA”, afferma Brinkman.

Il curatore della mostra ritiene che sia importante dimostrare le capacità dell’IA, poiché molti hanno paura della tecnologia, non sapendo cosa sia e cosa possa fare.

Redazione
La redazione di Red Hot Cyber è composta da un insieme di persone fisiche e fonti anonime che collaborano attivamente fornendo informazioni in anteprima e news sulla sicurezza informatica e sull'informatica in generale.