Red Hot Cyber
La cybersecurity è condivisione. Riconosci il rischio, combattilo, condividi le tue esperienze ed incentiva gli altri a fare meglio di te.
Cerca
200 Milioni di Utenti X/Twitter scaricabili Online per 8 crediti  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  2 giorni senza riscaldamento per colpa del malware FrostyGoop. E’ successo a Leopoli in Ucraina a Gennaio  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Hacktivisti a Sostegno delle Rivolte in Bangladesh: Escalation di Violenza e Cyber Attacchi  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Copybara, il malware che prende di mira il banking italiano  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  Microsoft rilascia un tool USB per risolvere il problema del BSOD di CrowdStrike su Windows 10 e 11  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  EvilVideo: L’Exploit Zero-Day Che Minaccia Telegram su Android  ///    scopri betti-rhc, il fumetto sul cybersecurity awareness    ///  Una Hot-fix malevola per CrowdStrike diffonde HijackLoader e RemCos  ///    Scropri i corsi di Red Hot Cyber    ///  Red Hot Cyber Completa con Successo il Secondo Corso di Darkweb & Cyber Threat Intelligence  ///    Iscriviti al nostro canale Whatsapp    ///  L’interruzione di CrowdStrike ha colpito meno dell’1% dei dispositivi Windows. Attenzione Alle Frodi!  ///    hai una start-up innovativa sulla cybersecurity? Candidati alla call!    ///  Incidente CrowdStrike: Riflessioni sulla Security di oggi e di Domani. “Non importa se si viene spiati, importa da chi”  ///  
Crowdstrike

Reign: il nuovo spyware con le funzionalità di Pegasus sviluppato dalla QuaDream che fa paura

Redazione RHC : 23 Aprile 2023 10:55

Conoscevamo il famigerato Pegasus prodotto dalla NSO Group del quale abbiamo parlato molto su queste pagine. Martedì 11 aprile, il team di Citizen Lab dell’Università di Toronto e Microsoft Threat Intelligence hanno rivelato l’esistenza di un altro spyware altrettanto sofisticato, che è già stato utilizzato per infiltrarsi negli smartphone di oppositori politici, giornalisti e attivisti.

Questo spyware, battezzato Reign, condivide molti punti in comune con il suo illustre predecessore. 

È stato sviluppato in Israele dalla discreta società QuaDream, fondata in particolare dall’ex NSO Group, il designer di Pegasus. L’azienda era già stata individuata lo scorso anno dal Citizen Lab per aver sfruttato la stessa falla di sicurezza, ora corretta, che consentiva l’installazione di Pegasus della NSO.

Posizioni sospette degli operatori QuaDream (Fonte Report di Citizen Lab)

Come Pegasus, anche Reign è uno spyware “zero clic”, il che significa che l’utente non deve fare clic su un collegamento per infettare uno smartphone. 

Il suo sistema di attacco, tuttavia, è diverso. 

Questo non si basa su un messaggio WhatsApp o iMessage o il servizio di messaggistica di Apple, ma attraverso l’invito sul calendario iOS. I ricercatori non escludono che lo spyware sia attivo anche sul sistema Android.

Una volta installato su un terminale, Reign può quindi registrare conversazioni telefoniche, fungere da spia per ascoltare ciò che accade in giro, scattare foto, localizzare il dispositivo, recuperare file e password o addirittura contrastare l’autenticazione a due fattori della piattaforma di archiviazione iCloud. Il tutto cancellando dietro di sé le tracce del suo passaggio.

Lo spyware identificato da Citizen Lab e Microsoft era in esecuzione su iOS 14, lanciato a settembre 2020. Da allora, Apple ha progettato due nuove versioni del suo sistema operativo mobile, colmando potenzialmente alcune delle falle di sicurezza utilizzate da Reign. “Tuttavia, è molto probabile che sia stato aggiornato per prendere di mira queste nuove versioni “, avverte Microsoft.

Durante la loro indagine, i ricercatori di Citizen Lab sono stati in grado di identificare cinque vittime dello spyware in Europa, Nord America, Asia e Medio Oriente. L’elenco delle persone spiate è molto probabilmente più lungo. I sistemi operativi sono stati infatti localizzati in molti paesi: Bulgaria, Repubblica Ceca, Ungheria, Ghana, Israele, Messico, Romania, Singapore, Emirati Arabi Uniti e Uzbekistan.

Redazione
La redazione di Red Hot Cyber è composta da un insieme di persone fisiche e fonti anonime che collaborano attivamente fornendo informazioni in anteprima e news sulla sicurezza informatica e sull'informatica in generale.