2020: anno record per gli investimenti in cybersecurity.



L'azienda Crunchbase, ha emesso di recente un rapporto che mostra come gli investimenti nella cybersecurity nel 2020 siano aumentati di oltre 7,8 miliardi di dollari a livello globale.


Tutto questo trainato sicuramente dalla pandemia che ha accelerato la trasformazione digitale per molte aziende, costringendo le organizzazioni ad aumentare l'interconnettività dei loro ambienti di lavoro, per poi spostare più attività aziendali nel cloud.


Questo ha portato le aziende e gli investitori ha riconoscere l'urgenza e l'importanza del continuo sviluppo di soluzioni di sicurezza informatica, dalla sicurezza della rete alla verifica dell'identità. Sebbene il settore della sicurezza informatica fosse già in aumento prima della pandemia, poiché la spesa per la sicurezza informatica era aumentata, gli investitori hanno investito ancora più denaro in questo specifico settore quanto mai importante, vista l'impennata del cybercrime di questi ultimi anni.



Ad esempio, in molti paesi i finanziamenti per la sicurezza informatica sono aumentati come negli Stati Uniti che sono cresciuti di un 22% dal 2019 al 2020.


"Non ci aspettiamo che gli investimenti in cybersecurity subiscano un rallentamento in tempi brevi, anche dopo una pandemia", ha affermato Gené Teare, senior data journalist di Crunchbase. "Man mano che sempre più aziende annunciano politiche remote, la necessità di sicurezza informatica rimarrà e probabilmente aumenterà ancora di più".


Teare ha anche sottolineato la solidità dei finanziamenti per la sicurezza informatica in Israele, che era secondo solo agli Stati Uniti su questo aspetto nel 2020, con il 20% del finanziamento totale del 2020 andato alle società di sicurezza informatica.


"Il governo israeliano è da anni molto coinvolto nel sostenere le iniziative di sicurezza informatica e ha istituito un ufficio responsabile della promozione della sicurezza informatica", ha spiegato. "Questa attenzione, insieme all'aumento dei finanziamenti tecnologici e di rischio a livello globale e in Israele negli ultimi anni, ha stimolato un boom nei finanziamenti per le società di sicurezza informatica" e ha aggiunto che non è stata una sorpresa vedere gli Stati Uniti in testa al gruppo di investitori in cybersecurity.


"Inoltre, gli Stati Uniti sono leader nella tecnologia e nell'uso del cloud, il che richiede intrinsecamente una maggiore necessità di soluzioni di sicurezza informatica", ha osservato.


Per il resto del 2021 e del 2022, pensa che vedremo mosse più operative e strategiche poiché viene stabilito un nuovo quadro di sicurezza più permanente per supportare l'ambiente ibrido della forza lavoro.


Fonte

https://about.crunchbase.com/cybersecurity-research-report-2021/


Post recenti

Mostra tutti