Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Anche Microsoft, NVIDIA e Intel, hanno software affetto da Log4Shell.

L’exploit Log4Shell, scritto di recente per sfruttare una vulnerabilità della libreria Java open source Log4j ha destato allarme nella comunità della sicurezza informatica, poiché il suo sfruttamento consente di eseguire comandi sul sistema in remoto.

La vulnerabilità compromette qualsiasi sistema a cui è possibile accedere direttamente da un browser, dispositivo mobile o chiamata API.

Advertisements

Aziende come Intel, NVIDIA e Microsoft non sono state risparmiate dal problema. Intel ha elencato fino a nove applicazioni Java che attualmente contengono la vulnerabilità: Intel Audio Development Kit, Intel Datacenter Manager, plug-in del browser di esempio Intel oneAPI per Eclipse, Intel System Debugger, Intel Secure Device Onboard, Intel Genomics Kernel Library, Intel System Studio, Strumento di annotazione della visione artificiale e kit di sviluppo del firmware della soluzione per sensori Intel. L’azienda sta lavorando al rilascio di versioni fisse di applicazioni che eliminano la vulnerabilità Log4Shell.

Sulla base di un’indagine preliminare sui prodotti AMD, la società non ha riscontrato la vulnerabilità presente. Tuttavia, dato il potenziale impatto del problema, AMD sta “continuando la sua analisi”.

La situazione con Nvidia è un po’ più complicata: le ultime versioni delle applicazioni dell’azienda non contengono una vulnerabilità sfruttabile, ma i gestori dei server non installano sempre gli ultimi aggiornamenti sui propri dispositivi.

Advertisements

Per tali casi, l’azienda ha elencato quattro prodotti separati che sono vulnerabili a Log4Shell quando sono in uso versioni legacy: CUDA Toolkit Visual Profiler e Nsight Eclipse Edition, DGX Systems, NetQ e vGPU Software License Server

Microsoft ha rilasciato aggiornamenti per due dei suoi prodotti che contengono la vulnerabilità Log4Shell: Azure Spring Cloud (utilizza determinati elementi Log4J durante l’avvio) e Microsoft Azure DevOps.

Advertisements