Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Arriva Holy Ghost. Dalla Korea del Nord, riscatti economici, per tutti

Holy Ghost, un ransomware meno noto probabilmente gestito da hacker nordcoreani, ha affermato Microsoft.

Il Threat Intelligence Center (MSTIC) dell’azienda ha monitorato il malware da più di un anno e ha trovato molteplici prove che indicano che i nordcoreani sono dietro l’operazione.

Questa organizzazione, che si fa chiamare H0lyGh0st, utilizza un payload di ransomware con lo stesso nome per le sue campagne. Già nel settembre 2021 sono riusciti a compromettere le piccole imprese in una varietà di paesi diversi.

Secondo la valutazione di MSTIC, DEV-0530 è affiliato con un altro gruppo che opera fuori dalla Corea del Nord identificato come PLUTONIUM, noto anche come DarkSeoul o Andariel.

Advertisements

Microsoft  ha dichiarato: “Sebbene l’uso del ransomware H0lyGh0st nelle campagne sia esclusivo di DEV-0530, MSTIC ha osservato le comunicazioni tra i due gruppi, così come DEV-0530 utilizzando strumenti creati esclusivamente da PLUTONIUM”.

Una richiesta di riscatto H0lyGh0st collegata al sito .onion degli aggressori (Fonte Microsoft)

Sebbene il gruppo sembri essere collegato al governo del paese, sembra che non sia sul libro paga del governo, ma piuttosto un gruppo motivato finanziariamente che a volte collabora con il governo.

MSTIC afferma che il gruppo opera ormai da tempo, ma non è riuscito a diventare così grande o popolare come altri importanti attori, come BlackCat, REvil o altri.

Ha lo stesso modus operandi: trovare un difetto nei sistemi bersaglio (Microsoft ha individuato il gruppo che abusava di CVE-2022-26352), spostarsi lateralmente attraverso la rete, mappare tutti gli endpoint, esfiltrare dati sensibili, distribuire ransomware (in precedenza, il gruppo ha utilizzato la variante SiennaPurple, successivamente è passato a una versione SiennaBlue aggiornata).

Advertisements
Gli aggressori DEV-0530 pubblicano le proprie affermazioni sul proprio sito Web (Fonte Microsoft)

Una volta avviata la cifratura, la gang richiede un riscatto in cambio della chiave di decrittazione e la promessa che i dati non saranno divulgati/venduti sul mercato nero.

Il gruppo di solito prende di mira banche, scuole, organizzazioni manifatturiere e società di gestione di eventi. 

Per quanto riguarda il pagamento, il gruppo richiederebbe tra 1,2 e 5 bitcoin, che è un valore tra i 30.000 e i 100.000 dollari, ai prezzi odierni. 

Tuttavia, anche se queste richieste sono relativamente piccole, rispetto ad altri operatori di ransomware, Holy Ghost era comunque disposto a negoziare e ridurre ulteriormente il prezzo, ottenendo a volte solo un terzo di quanto inizialmente richiesto. 

Advertisements

Anche se cose come la frequenza degli attacchi o la scelta dell’obiettivo hanno fatto pensare ai ricercatori che la gang non sia un attore sponsorizzato dallo stato, ci sono alcune connessioni con il governo. 

Microsoft ha scoperto che il gruppo comunicava con il famigerato Lazarus Group, un noto gruppo APT sponsorizzato dallo stato. 

Inoltre, entrambi i gruppi “operavano dallo stesso set di infrastruttura e utilizzavano persino controller malware personalizzati con nomi simili”.

IoCTypeDescription
99fc54786a72f32fd44c7391c2171ca31e72ca52725c68e2dde94d04c286fccdSHA-256Hash of BTLC_C.exe
f8fc2445a9814ca8cf48a979bff7f182d6538f4d1ff438cf259268e8b4b76f86SHA-256Hash of HolyRS.exe
bea866b327a2dc2aa104b7ad7307008919c06620771ec3715a059e675d9f40afSHA-256Hash of BTLC.exe
cmd.exe /Q /c schtasks /create /tn lockertask /tr [File] /sc minute /mo 1 /F /ru system 1> \\127.0.0.1\ADMIN$\__[randomnumber] 2>&1  Command lineExample of new ScheduledTask to BTLC.exe
193[.]56[.]29[.]123C2C2 IP address
H0lyGh0st@mail2tor[.]comEmailRansomware payment communication address
C:\FOR_DECRYPT.htmlFile pathFile path of ransom note