Cyberwar: l'evoluzione della specie della guerra tradizionale.

Aggiornamento: apr 6


Una volta per colpire una ferrovia o una #centrale #elettrica o una base missilistica (#infrastrutture critiche nazionali) occorreva che degli aerei nemici oltrepassassero i confini per sganciare ordigni capaci di abbattere un determinato obiettivo #militare stando attenti alla #contraerea nemica.


La maggior parte dei paesi è dotata di #armi di #distruzione di massa. La Federation of American Scientists stima che la #Russia possieda 6.800 armi #nucleari, gli USA 6.185, l'India 150, mentre Cina e Pakistan ne hanno rispettivamente 320 e 160.


Ma il senso della guerra svanisce se il nemico lo stermini con armi di distruzione di massa, non potrai più usare le sue risorse e la sua #economia.


Ecco l'evoluzione della specie. Il nuovo campo di battaglia: il #cyberspace.


In questo nuovo spazio è possibile condurre un guerra più efficace, più subdola e flessibile, diversa da qualsiasi #guerra svolta in precedenza alla quale abbiamo assistito che sarà una parte tragica del nostro futuro.


In effetti tutto è già iniziato. La guerra #informatica utilizza nuove armi come #zeroday, #virus e