Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

I silos di zeroday cinesi si stanno riempiendo. Questo è il frutto della nuova legge sulla divulgazione

Gli esperti Microsoft hanno affermato che gli hacker Cinesi stanno accumulando vulnerabilità zero-day e le utilizzano in attacchi attivi. 

La legge sulla divulgazione degli zero-day è entrata in vigore nell’autunno del 2021 e richiede alle organizzazioni cinesi di informare prima le autorità relativamente alle vulnerabilità rilevate e di non divulgare bug ad altre terze parti (compresi i proprietari di prodotti o servizi).

Advertisements

I ricercatori del Consiglio Atlantico hanno calcolato che il numero di segnalazioni di vulnerabilità provenienti dalla Cina è diminuito, ma è aumentato il numero di segnalazioni anonime. 

Allo stesso tempo, gli esperti hanno notato che i ricercatori cinesi sulla sicurezza delle informazioni sono molto capaci e la scoperta da parte degli specialisti di Alibaba di un errore clamoroso in Log4J ne è un vivido esempio.

Advertisements

Il rapporto sulla sicurezza digitale 2022 di Microsoft sostiene che la suddetta legge potrebbe consentire al governo cinese di accumulare exploit zeroday. Allo stesso tempo, la società definisce gli hacker cinesi “particolarmente abili” nel trovare problemi e sviluppare exploit per vulnerabilità zero-day.

“L’aumento dell’uso degli exploit zero-day da parte degli hacker cinesi è probabilmente dovuto all’entrata in vigore della legge sulla divulgazione delle vulnerabilità in Cina e questo è un passo importante verso l’uso degli exploit zero-day in azioni governative”

A riportato Microsoft.

L’azienda ha elencato diverse vulnerabilità che, secondo Microsoft, sono state scoperte e sfruttate per la prima volta da aggressori cinesi prima che altri hacker ne venissero a conoscenza. 

Questo elenco includeva la CVE-2021-35211 in SolarWinds Serv-U,  ,la CVE-2021-40539 in Zoho ManageEngine ADSelfService Plus, la CVE-2021-44077 in Zoho ManageEngine ServiceDesk Plus,  la CVE-2021-42321 in Microsoft Exchange e la CVE-2022-26134 in Confluence.

Secondo gli analisti Microsoft, la Cina ha intensificato lo spionaggio e gli attacchi informatici per rubare informazioni e contrastare i tentativi degli Stati Uniti di aumentare la propria influenza nel sud-est asiatico.

Advertisements

Nel suo rapporto, Microsoft descrive diversi attacchi zero-day effettuati da “hacker governativi” cinesi. La società rileva che l’intervallo di tempo tra lo sfruttamento delle vulnerabilità e il rilascio delle correzioni continua a diminuire rapidamente.

“Vulnerabilità recentemente identificate mostrano che le organizzazioni hanno una media di 60 giorni per rilevare e sanare la vulnerabilità che viene spesso sfruttata dagli aggressori”, afferma il rapporto. “Stiamo assistendo a una riduzione della quantità di tempo tra la segnalazione di una vulnerabilità e la mercificazione della vulnerabilità”.