L'assistente vocale di Google nei radar dell'antitrust dell'Unione Europea.


Google sta affrontando una nuova indagine da parte dell'antitrust dell'Unione Europea relativa a Google Assistant, ovvero l'assistente vocale predefinito sui dispositivi Android, secondo quanto riferito dall'agenzia di stampa MLex.



Un nuovo caso antitrust dell'UE potrebbe esporre Google di Alphabet Inc ad una multa fino al 10% del suo fatturato globale. Ricordiamoci che Google è stato multato per oltre 8 miliardi di euro (9,5 miliardi di dollari) dalla Commissione europea nell'ultimo decennio in tre casi separati.


La Commissione a giugno ha affermato che la sua indagine di settore sui dispositivi connessi a Internet ha suscitato preoccupazioni tra gli intervistati su alcune pratiche di esclusività degli assistenti vocali, come l'impossibilità per i produttori di dispositivi intelligenti di installare un secondo assistente vocale su un dispositivo.



I dispositivi di assistente vocale più popolari in Europa sono Alexa di Amazon, Siri di Apple e appunto Google Assistant, con il mercato globale che dovrebbe raddoppiare a 8,4 miliardi di dispositivi dai 4,2 miliardi tra il 2020 e il 2024, secondo quanto riporta Statista.


Il garante della concorrenza dell'UE ha chiesto ai produttori dei dispositivi di fornire delle prove sul fatto che siano costretti a preinstallare Google Assistant, di fatto bandendo i rivali dai dispositivi Android.


Google ha affermato che Android offre più scelta rispetto a qualsiasi altra piattaforma mobile.