La Cina produce la bozza del documento "sviluppo del settore cyber security".

Mentre l'export dei prodotti cinesi verso gli Stati Uniti è cresciuto maggiormente (nei primi sei mesi dell'anno è stato di 2,21 trilioni di yuan pari a 341 miliardi di dollari, il 34,6% in più rispetto allo scorso anno), la Cina ha definito un piano per poter far accrescere la sicurezza informatica nei suoi settori chiave.

La Cina ha sviluppato una bozza di piano per lo sviluppo del settore della sicurezza informatica. Il documento corrispondente è stato pubblicato dal Ministero dell'Industria e delle Tecnologie dell'Informazione della RPC.



L'obiettivo finale del progetto di piano è quello di raggiungere norme sulla conservazione, il trasferimento e la riservatezza dei dati personali entro il 2023. Il dipartimento ha raccomandato alle grandi imprese dei settori chiave di aumentare gli investimenti nella sicurezza dell'infrastruttura.


Il ministero ha sviluppato una bozza di piano che tiene conto della futura crescita del settore della sicurezza informatica cinese. Quindi, il suo volume entro il 2023 ammonterà a 250 miliardi di yuan (38,6 miliardi di dollari) e in media la direzione crescerà del 15% all'anno.


Il volume del commercio estero della Cina nella prima metà dell'anno è aumentato del 27%.



Questo è dimostrato dai dati dell'Amministrazione generale delle dogane della Repubblica popolare cinese. Il fatturato del commercio estero nei primi sei mesi di quest'anno è stato di 18,07 trilioni di yuan (2,79 trilioni di dollari).