Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora

La Federazione Russa vuole rallentare l’accesso ad internet da parte dei bambini

Gli specialisti della State University of Management (SUM) hanno inviato raccomandazioni alla Duma di Stato, secondo le quali vale la pena inasprire le leggi sull’accesso dei bambini a Internet. La base per questo potrebbe essere uno studio su larga scala condotto dalla SUM sul comportamento dei bambini sul web.

Secondo lo studio:

  • il 72% degli adolescenti guarda materiali con scene di violenza e altri contenuti discutibili su Internet;
  • il 47% ha ricevuto offerte per provare droghe, alcol o guadagnare denaro diffondendo informazioni su di loro;
  • l 28% è stato molestato e minacciato.

Gli autori dello studio suggeriscono che la registrazione nei social network venga effettuata utilizzando i dati del passaporto che indicano il vero nome e forniscono il documento in formato elettronico: in Russia, gli adolescenti ricevono un passaporto dall’età di 14 anni.

Allo stesso tempo, solo i genitori del bambino o i suoi rappresentanti legali potranno registrare i bambini che hanno meno di 14 anni. Potrebbe essere loro chiesto elettronicamente di fornire il consenso alla registrazione del minore.

Gli esperti suggeriscono di aggiungere tali modifiche alla legge “Sull’informazione”, nonché di tenere conto della necessità di proteggere i dati personali dei bambini nella legge “Sui dati personali”.

L’anonimato nei social network è stato considerato dagli specialisti uno dei motivi fondamentali del cyberbullismo che si è diffuso su Internet.

Gli esperti suggeriscono di creare tribunali per la criminalità informatica. Un’altra innovazione potrebbe essere la creazione di centri di sicurezza delle informazioni in tutti i soggetti della Russia.

Per atti di cyberbullismo, gli autori del testo propongono di introdurre responsabilità amministrativa e penale. Chi è recidivo gli verrà offerto di essere multato o coinvolto in lavori correttivi obbligatori.

“Abbiamo anche proposto di aumentare la responsabilità dei genitori per l’educazione dei figli, poiché oggi le multe sono minime”

ha aggiunto Alexander Troitsky, vicerettore della State University of Management.

Ora l’art. 5.35 del Codice degli illeciti amministrativi prevede multe fino a 500 rubli.