Red Hot Cyber

Sicurezza informatica, cybercrime, hack
news, e altro ancora
  • English

Meta informa gli utenti sui suoi modelli di sicurezza e privacy. E che lo spy-verso sia.

Meta platforms, la nuova piattaforma del “post facebook” (in effetti sembra una battuta), si appresta ad informare gli utenti sulle sue politiche di sicurezza.

Infatti, ha annunciato venerdì il lancio di un Privacy Center centralizzato che mira a “educare le persone” sul suo approccio per quanto riguarda il modo in cui raccoglie ed elabora le informazioni personali attraverso la sua famiglia di app di social media.

“Privacy Center fornisce informazioni utili su cinque argomenti comuni sulla privacy: condivisione, sicurezza, raccolta dei dati, utilizzo dei dati e pubblicità”.

ha affermato la società in un comunicato stampa.

Il primo modulo, Sicurezza, offrirà un facile accesso a strumenti comuni come le impostazioni di sicurezza dell’account e l’autenticazione a due fattori. La condivisione fornirà specifiche sulla visibilità dei post e le impostazioni per archiviare o eliminare i vecchi post.

Advertisements

Raccolta e utilizzo daranno agli utenti una rapida occhiata al tipo di dati raccolti da Meta e impareranno rispettivamente come e perché vengono utilizzati.

Infine, la sezione Annunci fornirà informazioni sulle preferenze pubblicitarie di un utente.

Si prevede che l’hub di apprendimento sarà inizialmente limitato a un piccolo gruppo di persone che utilizzano Facebook su desktop negli Stati Uniti, con l’intenzione di implementarlo a un insieme più ampio di utenti e ad altre sue app nei prossimi mesi.

Gli utenti che fanno parte del progetto pilota potranno accedere a Privacy Center navigando su Impostazioni e Privacy sulla versione desktop di Facebook.

Advertisements

Privacy Center si unisce a una miriade di altri strumenti già offerti dal gigante tecnologico, tra cui Privacy Shortcuts e Privacy Checkup, che guidano gli utenti attraverso alcune delle impostazioni di privacy e sicurezza sulla piattaforma.